João Felix e il suo incontro con CR7: “È come sulla Playstation! Però quello che mi ha detto…”

João Felix e il suo incontro con CR7: “È come sulla Playstation! Però quello che mi ha detto…”

Che succede quando si incontrano i propri idoli? Lo scorso marzo, il giovanissimo João Felix ha avuto l’occasione di conoscere per la prima volta il collega di cui è considerato l’erede: Cristiano Ronaldo. E l’incontro è stato indimenticabile. O forse no…

di Redazione Il Posticipo

Che succede quando si incontrano i propri idoli? Un ragazzo di 19 anni, per esempio, potrebbe rimanere estasiato nel trovarsi fianco a fianco al calciatore che negli ultimi quindici anni ha rappresentato al meglio il suo paese. Ed è proprio in nazionale, lo scorso marzo, che il giovanissimo João Felix ha avuto l’occasione di conoscere per la prima volta il collega di cui è considerato l’erede: Cristiano Ronaldo. E anche se il debutto con il Portogallo è stato rimandato, c’è più di un motivo di essere felici della semplice convocazione. Compresa, ovviamente, la chiacchierata con il fenomeno di Madeira, come racconta il calciatore del Benfica a BTV.

PLAYSTATION – Che impressione fa CR7 dal vivo? Complicato a dirsi, considerando che al massimo João Felix l’aveva visto da vicino solo sui videogiochi. E infatti il paragone è esattamente quello! “È stata una cosa strana, non lo avevo mai incontrato di persona. E quando sono tornato a casa, ho detto ai miei amici che era uguale a come lo vedi sulla PlayStation!“. Il che, insomma, è un bel complimento agli sviluppatori dei giochi, che riescono a riprodurre perfettamente il portoghese. Una presenza così importante da…far dimenticare il resto al giovanissimo calciatore del Benfica. Che di quell’incontro…quasi non ricorda nulla.

SOGNO – Compreso quello che i due si sono detti quando si sono incontrati. “Però non mi ricordo neanche quello che mi ha detto, io continuavo soltanto a pensare che ero lì, accanto a lui”. Insomma, un incontro quasi messianico, con quello che in fondo è l’idolo di João Felix e di tanti altri giovanissimi portoghesi come lui. “È stato strano, un sogno ad occhi aperti che è diventato realtà, anche solamente essere con lui nello stesso albergo“. E nella stessa squadra? Seferovic, suo compagno di squadra al Benfica, gli ha consigliato di lasciare il suo club attuale per diventare ancora più grande. E la Juventus guarda con occhi interessati…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy