Joao Felix sostituito, Simeone: “Non ha scritto sul contratto che deve giocare 90 minuti”

L’Atletico Madrid dopo la bella prestazione con la Juventus non va oltre il pari contro il Celta Vigo. Qualcuno contesta al Cholo la scelta di sostituire Joao ma la risposta non lascia spazio a molte interpretazioni.

di Redazione Il Posticipo

L’Atletico Madrid dopo la bella prestazione con la Juventus non va oltre il pari contro il Celta Vigo. Qualcuno contesta a Simeone la scelta della sostituzione di Joao Felix. Il ragazzo ha lasciato il campo al 69′ per il subentrante Morata. In conferenza stampa, riportata da Marca, il cholo lascia poco spazio alle interpretazioni sul perché delle sue scelte.

CONTRATTO – La “cura” Simeone è nota. Il tecnico dei colchoneros non ha pupilli. Né ha sposato alcuna causa diversa da quella del bene della squadra. Anche se sostituire una “stella” costata anche piuttosto cara come il portoghese non è mai facile. Tuttavia il Cholo ha la risposta pronta. “I giocatori non hanno un contratto in base al quale devono giocare i 90 minuti. Joao aveva fatto bene fino ad allora e ho deciso di cambiarlo anche se ha giocato bene”. Diego Costa, però, ha giocato tutti i 90′. Simeone ha una spiegazione. Serve minutaggio per ritrovare la forma. ” Io mi fido di Costa. So che sarà di nuovo in forma ed è una sfida per lui. Il campionato è lungo e la squadra ha bisogno di lui“.

FATICA – L’attenzione del tecnico si è poi spostata sulla gestione in generale del match. La Champions ha pesato sulle gambe dei colchoneros, specialmente nella seconda parte. “Siamo reduci da un grande sforzo.  Abbiamo provato in tutti i modi a centrare la vittoria. Il Celta si è difeso con ordine. E noi non stavamo bene. Comunque dobbiamo essere più incisivi. Dobbiamo cercare di aumentare l’intensità offensiva perché il gol arriva anche dalla rabbia con cui si vuole  raggiungere l’obiettivo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy