Joao Felix, i dettagli svelati dal Benfica: “Lavorare con Jorge Mendes è come prendere un taxi”

Luis Filipe Vieira ha rivelato alcuni dettagli sull’operazione che ha portato il talento portoghese alla corte del Cholo Simeone per 120 milioni di euro. Il numero uno del club lusitano ha spiegato cosa si prova lavorando col superagente Jorge Mendes

di Redazione Il Posticipo

Jorge Mendes è ormai il personaggio copertina dei ogni estate. È successo un anno fa con Cristiano Ronaldo passato dal Real Madrid alla Juventus per 100 milioni di euro. Si è ripetuto con Joao Felix che si è trasferito dall’Atletico Madrid al Benfica per 120 quest’estate. Un’operazione importante che ha dato riempito le casse del club lusitano: il presidente Luis Filipe Vieira ha rivelato i dettagli legati all’operazione e ha svelato che cosa significa lavorare con un superagente come Jorge Mendes che non lascia mai niente al caso.

COME UN TAXI – Il numero uno del Benfica ha parlato ai microfoni di TVI. Le parole sono state riprese da AS. Argomento del giorno: l’affare Joao Felix e la commissione spettata all’agente del giocatore: “Jorge Mendes è sempre molto alla moda, tante persone vogliono lavorare con lui. E…lui non lavora. Come ho detto più volte, trattare con lui è come prendere un taxi. È un professionista che prende il 10% per qualsiasi cosa”. Vieira ha rivelato le mosse dell’agente: “Quando la clausola del giocatore era di 60 milioni di euro, abbiamo negoziato un aumento. Jorge Mendes ha collaborato con Moreira de Sá, l’uomo d’affari di Joao Felix. Se i 120 milioni fossero stati pagati in contanti, Mendes avrebbe avuto il 10%”. 

MISSIONE COMPIUTA – Alla fine tutti contenti. Il Benfica ha rimpinguato le proprie casse. Jorge Mendes ha ottenuto ciò che voleva. E il suo assistito è passato in Spagna alla corte del Cholo Simeone. Il tutto senza destare alcuna polemica : “È stata un’operazione completamente trasparente. Abbiamo detto all’Atletico che volevamo avere 120 milioni di euro. Il Benfica ha ricevuto 90 milioni  più 30 milioni, che sono arrivati tre giorni dopo”. Un’altra operazione chiusa brillantemente dall’agente portoghese che pensa già al suo prossimo colpo. Ovviamente a nove zeri…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy