Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

João Félix, che caos: Simeone non lo fa giocare, Mendes vuole che vada via, la dirigenza desidera trattenerlo

VALLADOLID, SPAIN - MAY 22: Joao Felix of Atletico de Madrid and Enrique Cerezo, President of Atletico de Madrid celebrate winning the La Liga Santander title after victory in the La Liga Santander match between Real Valladolid CF and Atletico de Madrid at Estadio Municipal Jose Zorrilla on May 22, 2021 in Valladolid, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors (Photo by Angel Martinez/Getty Images)

L'allenatore fa notare in una conferenza stampa sì e in un'altra pure che ha bisogno di João Félix ma alle parole non seguono i fatti.

Redazione Il Posticipo

Quando Griezmann ha firmato per l'Atlético all'ultimo momento del mercato estivo, il club madrileno si è fregato le mani: Gil Marín aveva ottenuto la firma tanto desiderata da Simeone. Più di qualcuno però aveva sollevato qualche obiezione sull'arrivo del Piccolo Diavolo che avrebbe potuto mettere in ombra la stellina João Félix. Ipotesi puntualmente avveratasi in una stagione decisiva per l'esplosione definitiva del calciatore portoghese.

INCERTEZZA - João Félix, sinora, non è riuscito a rispettare le attese. Ha giocato quattordici partite, con un gol e due assist. Poco, per un calciatore del suo potenziale. L'attaccante è un giocatore con qualità enormi, ma non gioca quanto vorrebbe. Nelle ultime due partite, contro rivali del calibro di Real Madrid e Siviglia, ha rivoluzionato l'inerzia della gara con il suo ingresso. Eppure, non è stato titolare in nessuna delle due partite. Ed è entrato solo perché il francese ha avuto un problema muscolare. Come riportato da AS, in molti non capiscono la decisione di Cholo. L'allenatore fa notare in una conferenza stampa sì e in un'altra pure che ha bisogno di João Félix ma alle parole non seguono i fatti.

VALLADOLID, SPAIN - MAY 22: Joao Felix of Atletico de Madrid and Enrique Cerezo, President of Atletico de Madrid celebrate winning the La Liga Santander title after victory in the La Liga Santander match between Real Valladolid CF and Atletico de Madrid at Estadio Municipal Jose Zorrilla on May 22, 2021 in Valladolid, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors (Photo by Angel Martinez/Getty Images)

TENSIONI -  La sua situazione crea incertezza all'Atletico. Anche un po' di tensione. Il suo rappresentante, afferma di non essere felice e sta cercando una via d'uscita in questo mercato invernale. In Premier ci sono diversi club pronti ad aprirgli le porte. E Mendes non più di qualche settimana gli ha già messo in mano i bagagli pronti, destinazione Inghilterra. Al club, invece, ritengono che João Félix sia il miglior giocatore che abbia Simeone. Né Cerezo né Gil Marín vogliono vederlo altrove. Lo immagino ancora e per lungo tempo in rojiblanco. Del resto, ha un contratto fino al 2026 e il suo valore di mercato è di 70 milioni.