Jimenez segna ma…senza la maschera da wrestler. Ecco la sua storia

Jimenez segna ma…senza la maschera da wrestler. Ecco la sua storia

Il Torino perde la sfida con il Wolverhampton in casa. Tre gol incassati e nemmeno la consolazione di vedere… la maschera da wrestler di Jimenez. Ma perché in genere la indossa come esultanza?

di Redazione Il Posticipo

L’andata della sfida preliminare di Europa League si conclude con una sconfitta casalinga del Torino rimediata dal Wolverhampton. Gli inglesi si portano in una interessante situazione di vantaggio ma chissà che la situazione non possa cambiare. Già, perché le cose cambiano e questo, al Torino può solo lasciar sperare. Le cose cambiano e la dimostrazione c’è stata proprio al 72′ della partita dell’Olimpico di Torino: Raul Jimenez segna e… non mette la sua maschera da wrestler.

MASCHERA – Ecco, la maschera che di solito il giocatore usa per festeggiare i propri gol, è un regalo di un vero wrestler che risponde al nome di Sin Cara, al secolo Jorge Arias. Il ragazzo ha pubblicato su Twitter lo scorso aprile la foto della maschera regalatagli dal suo wrestler preferito, nonché connazionale poco dopo averla ricevuta ringraziando l’eroe del ring. E non che Sin Cara abbia avuto un sostanziale aumento di visibilità in Europa da quando Jimenez, per così dire, lo pubblicizza ma di certo, come testimoniano le risposte al post del calciatore, molti vorrebbero avere una replica della maschera.

PERSONALIZZATA – Quella usata dal calciatore classe ’91 è una replica della maschera usata da Sin Cara (detto anche Hunico e chiamato in altri 4 o 5 modi) nelle sue spettacolari battaglie sul ring ma… non è proprio identica. In genere, il wrestler usa  la versione verde e, almeno apparentemente, anche il materiale sembra essere piuttosto diverso anche per permettergli di indossarla agevolmente durante i lunghi incontri. Ma quella regalata a Jimenez è stata fatta personalizzare: non è verde ma ha uno sfondo giallo con una fantasia ripetuta (che a un occhio distratto potrebbe sembrare quasi tigrata) creata da un pattern di stemmi del Wolverhampton. Ecco un altro motivo per cui i tifosi la adorano. Strano allora che non l’abbia indossata dopo il gol all’Olimpico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy