Jesè desaparecido in campo, ma presente in TV tra scandali e reality: il PSG…non ne può più e vuole rescindergli il contratto

Da talento delle giovanili del Real Madrid, fino al trasferimento al Paris Saint-Germain. La carriera di Jesè Rodriguez sembrerebbe una di quelle da tramandare ai posteri. Ma poi, a guardare bene, il classe 1993 è già un desaparecido del pallone. E il club francese è stanco di tutto ciò che lo circonda fuori dal campo…

di Redazione Il Posticipo

Da talento delle giovanili del Real Madrid, a calciatore della prima squadra dei Blancos, fino al trasferimento al Paris Saint-Germain. A vederla da fuori, la carriera di Jesè Rodriguez sembrerebbe una di quelle da tramandare ai posteri. Ma poi, a guardare bene, il classe 1993 ad appena 27 anni è già un desaparecido del pallone, uno di quelli che finisce spesso e volentieri sulle prime pagine delle testate, ma per i motivi sbagliati. E considerando che al PSG ha giocato al massimo quando la pandemia per poco non costringe Tuchel a schierare…se stesso, impossibile che vada altrimenti. Certo, se poi l’attaccante decide di darsi anche ai reality…

TRADIMENTI – Meglio partire dall’inizio. Più che per le sue mancate prestazioni in campo, Jesè sta facendo parecchio scalpore in Spagna per la sua vita sentimentale. Lo spagnolo, spiega il canale televisivo Cuatro, sarebbe stato poco fedele alla sua fidanzata Aurah Ruiz, tradendola con Rocío Amar, ex concorrente di parecchi reality show. Una questione che alla stampa rosa di quelle parti interessa parecchio, così come allo stesso calciatore, che in settimana è comparso in un altro reality, a cui stavolta sta partecipando la sua attuale compagna, con cui ha parlato al telefono riguardo questa spinosa situazione. “Credo sia la prima volta che un calciatore fa qualcosa del genere”, ha detto Jesè.

RESCISSIONI – E il PSG…è decisamente d’accordo, aggiungendo però che una cosa del genere è davvero inaccettabile. Ecco perchè, spiegano da Cuatro, il club ha tutta l’intenzione di rescindere con qualche mese di anticipo il contratto che lega lo spagnolo alla squadra parigina fino al giugno 2021. Del resto, in campo l’attaccante serve a poco e tutte le controversie che lo circondano rischiano di ledere l’immagine del club. E poco importa che si tratti di un calciatore che nella rosa di Tuchel è a dir poco secondario, situazioni del genere non sono accettabili per un club con una certa posizione internazionale come il Paris Saint-Germain. E quindi Jesè potrebbe dover trovare una nuova squadra con largo anticipo. Magari può fare un appello…in un reality.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy