Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Jersey Bulls, una stagione perfetta…e inutile: 27 vittorie su 27 partite, ma niente promozione

Chi ha più motivi per recriminare dello stop ai tornei calcistici imposto dal coronavirus? Una squadra inglese che stava vincendo il campionato con facilità e che alla fine dei giochi si ritroverà con in mano un pugno di mosche. E no, per...

Redazione Il Posticipo

Anche nella  storia del calcio mondiale, il 2020 sarà per sempre ricordato come l'anno del coronavirus. Poco importa che prima o poi si ricomincerà a giocare, perchè la pandemia avrà lasciato ferite complicate da rimarginare. E potrebbe anche andare peggio, se alla fine fosse necessario cancellare l'intera stagione 2019/20 per l'impossibilità di terminare i campionati. Qualcuno, poi, di certo si ricorderà per sempre quest'annata particolare. Una squadra inglese che stava vincendo il campionato con facilità e che alla fine dei giochi si ritroverà con in mano un pugno di mosche. E no, per quanto le similitudini siano molte, non è il Liverpool di Jürgen Klopp.

JERSEY BULLS - I Reds sperano di portare a casa la Premier League dopo trent'anni di digiuno, ma sono consapevoli che in caso di cancellazione della stagione non basteranno gli attuali 25 punti di vantaggio sul City (che comunque ha una partita in meno dei campioni d'Europa in carica) per mettere il titolo in bacheca. Paradossalmente, però, potrebbe anche andare peggio. Per informazioni chiedere ai Jersey Bulls. Chi sono? I campioni in pectore della Combined Counties League, il nono livello del calcio di Sua Maestà. Un campionato che, assieme a quelli più in basso della National League, è stato interrotto definitivamente dalla Football Association.

PERFETTO - Come spiega il Guardian, alla squadra dell'isola di Jersey, uno dei possedimenti inglesi di fronte alla Francia, non basterà il campionato perfetto per assicurarsi la promozione. Per loro 27 partite e altrettante vittorie, con la certezza matematica di salire di livello già conquistata con largo anticipo. Ma poco importa, perchè vista la decisione che prevede l'azzeramento dei risultati, comprese promozioni e retrocessioni, non c'è spazio per le repliche. Il club però ha fatto sapere che chiederà alla FA di considerare che, caso unico nel panorama nazionale, il passaggio alla categoria superiore era già stato ottenuto prima della sospensione. Complicato però che il calcio di Sua Maestà cambi idea. Anche perchè, chi glielo lascia il posto senza un campionato terminato? Dunque, una stagione perfetta...e totalmente inutile.