Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

James, parla il medico dell’Everton: “Problema fisico lieve, avrebbe potuto giocare in Copa America”

James, parla il medico dell’Everton: “Problema fisico lieve, avrebbe potuto giocare in Copa America”

La mancata convocazione di James Rodriguez con la nazionale colombiana impegnata in Copa America continua a far discutere.

Redazione Il Posticipo

La mancata convocazione di James Rodriguez con la nazionale colombiana impegnata in Copa America continua a far discutere. Rueda aveva spiegato la sua scelta, giustificandola con la necessità di evitare complicazioni al Diez, reduce da un infortunio muscolare. Le parole del commissario tecnico sono destinate a far discutere soprattutto dopo le dichiarazioni di Danny Donachie medico dell'Everton.

LIEVE - Come riportato dal sito ufficiale del club, il responsabile sanitario del club ritiene che il problema del colombiano sia di lieve entità. " James è stato vittima di un piccolo infortunio alla fine della stagione e non abbiamo avuto alcun problema. A mio avviso si sarebbe potuto unire serenamente al gruppo. James sperava di giocare anche le due qualificazioni e da questo suo desiderio è nata l'unica discussione che abbiamo avuto con la federazione colombiana. Ci siamo chiesti se fosse una buona idea o se sarebbe stato più prudente prepararlo per il torneo. Abbiamo deciso insieme che sarebbe stato meglio per lui non giocare le due partite dei Mondiali, ma sarebbe stato assolutamente pronto per l'inizio della Copa America e in grado di giocare l'intero torneo senza problemi".

CT - La scelta di non convocarlo, a questo punto appare più tecnica che fisica. "Ho visto i test effettuati dalla Colombia, e ribadisco che non vi siano le condizioni da non ritenerlo idoneo dal punto di vista fisico per la competizione. Sarebbe stato pienamente in forma, per l'inizio della Copa America. Parlando con la federazione abbiamo parlato della sua riabilitazione e deciso di continuare il percorso. E non c'è mai stato alcun dubbio, almeno per quanto ci riguardi come club, che sarebbe stato al top della condizione in tempo per il torneo".

VOGLIA - Resta da capire cosa ci sia a questo punto, alla base della rinuncia. Pur con qualche difficoltà, James ha numeri importanti con i cafeteros. 80 presenze e 23 gol. Donachie non entra nel merito delle scelte, ma sottolinea la professionalità del calciatore. "Non poteva giocare c nelle ultime due partite della scorsa stagione ed era frustrato e deluso per questo ma non ci sarebbe stato alcun rischio a lungo termine nel giocare la Copa America. James ama giocare a calcio e vuole sempre essere in campo".