Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Jadon Sancho pronto a firmare per lo United a patto che…

A Jadon Sancho non dispiacerebbe tornare nella sua città. Pare sia abbastanza forte contrattualmente da porre al club delle condizioni imprescindibili per ottenere la sua firma sul contratto.

Redazione Il Posticipo

Il Manchester United vuole lasciarsi questi ultimi anni difficili alle spalle. Solskjaer sta convincendo, l'intesa fra Bruno Fernandes e Pogba promette bene e sul mercato si parla di grandi, grandissimi nomi. E il primo, sul taccuino di Ed Woodward è quello di Jadon Sancho. All'ala inglese scuola Manchester City non dispiacerebbe tornare nella sua città. Certo, il ragazzo è abbastanza forte sul campo e contrattualmente da porre al club delle condizioni imprescindibili per ottenere la sua firma sul contratto.

SANCH...AMPIONS - Stando alle indiscrezioni raccolte dal The Athletic, il ragazzo è pronto a lasciare il Borussia Dortmund. Non che non si sia trovato bene in Germania ma sarebbe felice di tornare in patria. Consapevole di essere tra i migliori nel suo ruolo, il ragazzo vuole delle garanzie. La prima riguarda il piazzamento del club nel finale di questa stagione. Lasciare la Champions con il Borussia Dortmund per l'Europa League con lo United, in effetti non sarebbe un passo in avanti per la sua carriera. Una piccola clausola, però c'è. Qualora la sentenza confermasse l'esclusione del City dalle coppe europee, Sancho potrebbe anche accontentarsi del quinto posto dei Red Devils. Uno scenario che sarà definitivo a giorni.

LE ALTRE - Un'altra condizione posta dal ragazzo riguarderebbe la capacità del club di lottare per la vittoria in tutte le competizioni. La fame è tanta, sia per lui che per il club e difficilmente non si troverà un accordo su questo punto. Anche perché con il suo arrivo e quello di altri rinforzi, lo United avrebbe davvero tutte le carte in regola per vincere qualcosa. Il ragazzo sarebbe disposto a firmare a patto che gli vengano fornite rassicurazioni sul suo ruolo sia dentro che fuori dal campo. Insomma, che venga accolto come un titolare inamovibile e come il colpo gobbo. Su questo non dovrebbe esserci neanche l'ombra di un dubbio.