calcio

Italians do it better: gli attaccanti azzurri che hanno fatto innamorare gli inglesi

La Premier è un campionato difficile, ma non sono pochi gli attaccanti italiani che hanno lasciato il nostro campionato per affermarsi e farsi amare oltremanica...

Redazione Il Posticipo

20 May 2000:  Gianluca Vialli celebrates victory after the AXA FA Cup Final 2000 Match against Aston Villa at Wembley Stadium, London, England. Chelsea won 1-0.  Mandatory Credit: Shaun Botterill /Allsport
 MANCHESTER, ENGLAND - DECEMBER 28: Mario Balotelli of Manchester City celebrates with Patrick Vieira after scoring his first goal during the Barclays Premier League match between Manchester City and Aston Villa at the City of Manchester Stadium on December 28, 2010 in Manchester, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

La Premier è un campionato difficile, ma non sono pochi gli attaccanti italiani e azzurri che hanno lasciato il nostro campionato per affermarsi e farsi amare oltremanica. Mario Balotelli ha vissuto due esperienze in Premier. La prima con il City, subito dopo la vittoria, seppur da protagonista marginale, del triplete. Nel 2011/2012 arriva la vittoria in FA Cup e l'anno successivo con 13 gol in 23 partite contribuisce alla vittoria della Premier. Resta impressa la scena nel derby con lo United del 23 ottobre 2011. Segna una doppietta e mostra una maglia con su scritto “Why always me?”. La sua seconda esperienza con il Liverpool finisce però malissimo.