Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Italiano: “Siamo a un passo da un traguardo straordinario. La salvezza passa fra cuore testa e piedi di tutti”

CROTONE, ITALY - DECEMBER 12: Head coach of Spezia Vincenzo Italiano gestures during the Serie A match between FC Crotone and Spezia Calcio at Stadio Comunale Ezio Scida on December 12, 2020 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Lo Spezia, per soli sei minuti, è stato salvo. E adesso la situazione non è semplice.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia, per soli sei minuti, è stato salvo. E adesso la situazione non è semplice. Due partite, seppur in casa, contro Torino e Roma per cercare l'impresa salvezza. Non semplicissimo considerando che gli ultimi 180' saranno giocato contro squadre assetate di punti. Italiano, in conferenza stampa, come riportato dai canali ufficiali del club, spinge i suoi verso l'ultimo sforzo.

IMPPRESA - La salvezza è alla portata. I punti però occorre farli. E Italiano ne è consapevole. "Siamo a un passo dal raggiungimento di un traguardo che definirei assolutamente straordinario. Lo inseguiamo dalla prima giornata e adesso vogliamo tagliarlo. Credo che lo Spezia meriti la A. Ad inizio stagione tutti i pronostici ci indicavano come spacciati, ma le risposte sono arrivate sul campo. E sul rettangolo verde, giornata dopo giornata, la squadra ha mostrato qualità e coraggio. Lo Spezia ha giocato senza timore. Contro tutti. Chiaramente avremmo voluto chiudere il discorso a Genova, dove abbiamo anche accarezzato l'idea di salvarci addirittura con due giornate d'anticipo. Non ci siamo riusciti. E questo significa che ora più che mai dovremo tirare fuori l'orgoglio e il coraggio di giocare per lo Spezia".

CREDERCI - Il Torino on può fare regali, sarà una sfida all'insegna del più classico adagio "mors tua, vita mea". Ed è anche la terza partita in una settimana, quando chi è in difficoltà fisica rischia di pagare dazio alla stanchezza. "Ci giochiamo una finale. Da queste pari niente è mai stato semplice, ma è innegabile che quei traguardi raggiunti con più fatica sono anche quelli che regalano le maggiori soddisfazioni. I ragazzi sono pronti. Certamente la sfida con il Torino non è facile, così come riuscire a preparare una partita così importante in appena 48 ore, ma questa situazione è identica anche per i nostri avversari". Ci sarà anche la dirigenza. "Questo è un segnale importante che arriva nel momento più delicato della stagione. La presenza del presidente sarà una spinta in più. Sicuramente un motivo in più per dare tutto e non risparmiarsi.  La salvezza è un traguardo che passa tra i piedi, il cuore e la testa di ogni singolo elemento. Nzola compreso. Sarà convocato".