Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Italiano, scende in campo la politica. Il Sindaco di La Spezia: “Accogliamolo senza offese”

CESENA, ITALY - SEPTEMBER 27:  Vincenzo Italiano head coach of Spezia Calcio gestures during the Serie A match between Spezia Calcio and US Sassuolo at Dino Manuzzi Stadium on September 27, 2020 in Cesena, Italy.  (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Spezia- Fiorentina è una delle sfide più sentite della stagione per i tifosi liguri. Quasi alla stregua del derby.

Redazione Il Posticipo

Spezia- Fiorentina è una delle sfide più sentite della stagione per i tifosi liguri. Quasi alla stregua del derby. Pomo della discordia, Vincenzo Italiano, il tecnico che dopo aver portato lo Spezia in A e centrato una clamorosa salvezza, ha lasciato senza alcun preavviso il club per accasarsi alla Fiorentina. Il "Picco" ribollirà di passione. E acredine. E dunque scende in campo anche la politica. Pierluigi Peracchini, attraverso le colonne del Corriere Fiorentino, invita i tifosi della sua città a contenersi.

ITALIANO - Il primo cittadino non nasconde stima e delusione nei confronti dell'ex tecnico dello Spezia. "Italiano è un grande allenatore che ha lavorato benissimo sotto tutti i punti di vista. Si parla di uno dei pochi allenatori in grado di proporre un calcio spettacolare e redditizio. Andare allo stadio per vedere lo Spezia valeva il prezzo del biglietto. Credo che Italiano sia stato un grande esempio per chi voglia praticare il calcio professionistico. É una persona molto seria, attenta ai particolari, sempre concentrata sull'ottenimento del risultato però...". C'è un enorme però. "Lo Spezia aveva condiviso il percorso attraverso il rinnovo del contratto.  E aver lasciato in questo modo rappresenta un qualcosa di spiacevole e imbarazzante".

 CROTONE, ITALY - DECEMBER 12: Head coach of Spezia Vincenzo Italiano gestures during the Serie A match between FC Crotone and Spezia Calcio at Stadio Comunale Ezio Scida on December 12, 2020 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

PECCATO - Una storia d'amore finita malissimo. "Un vero peccato, perché si era creato un legame che sembrava indissolubile. Non ci saremmo mai aspettati un addio dopo aver centrato una impresa storica. Né nessuno pensava che sarebbe andato via come ha fatto. Capisco benissimo che nel mondo del calcio contano i soldi i contratti e la carriera, ma La Spezia è una città molto romantica e crede ancora che la parola data abbia un valore. Posso capire che in tanti aspettano di dirgli qualche parolina, ma mi auguro che allo stadio prevalga il rispetto e non avvenga alcunché di spiacevole, nonostante l'amarezza. In fondo Italiano resta pur sempre l'allenatore che ha regalato la massima serie alla città. Accogliamolo senza offesa".