Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Italiano: “Punti fondamentali ma 29 sono pochi. La strada è ancora lunga e difficile”

CROTONE, ITALY - DECEMBER 12: Head coach of Spezia Vincenzo Italiano gestures during the Serie A match between FC Crotone and Spezia Calcio at Stadio Comunale Ezio Scida on December 12, 2020 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Sfida carica di emozioni al Picco.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia porta a casa tre punti pesantissimi al termine di una sfida combattuta e interpretata come deve una squadra consapevole dell'importanza di una sfida decisiva in chiave salvezza. Lo Spezia adesso è a + 7 dal terzultimo posto con lo scontro diretto a favore sul Cagliari. Risultato che in un campionato quanto mai equilibrato può essere decisivo. Italiani analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

RESISTENZA - Una vittoria fatta di sofferenza, organizzazione e coraggio. Tre punti che mancavano da febbraio. E si sentivano, in una classifica che iniziava a scricchiolare. "Non gioivamo da troppo tempo, tenevamo tantissimo a questa partita e vincerla è stato importantissimo. Anche se soffrire così tanto nel finale non è normale. Questo è un periodo non bello e ci prendiamo tre punti fondamentali. La nostra linea difensiva in questo momento è troppo vicina all'area di rigore. Ho cercato in tutti i modi di chiamare fuori la squadra ma nei minuti finali c'era troppa stanchezza e la quadra non aveva la forza di alzarsi e sentirmi. Al netto dei minuti finali Lo Spezia ha comunque giocato una grandissima partita. Nell'ultimo periodo alternavamo troppe partite all'interno della stessa gara. Temevo un ritorno del Cagliari ma so che quando andiamo in vantaggio perlomeno non la perdiamo. Credo che Zoet sia stato decisivo ma in campionato errori e prodezze si compensano".

SALVEZZA - A questo punto la salvezza è davvero vicina. Spezia in vantaggio nello scontro diretto con Cagliari e Benevento. Sono, potenzialmente, punti in più.  "Lo prendo come un regalo anticipato e lo accetto volentieri. Mi carica ulteriormente per centrare il nostro obiettivo. Ventinove punti sono ancora pochi. Dietro, come era logico fosse, iniziano a correre. Non vincere oggi sarebbe stato un grande problema. Cercheremo di autoalimentarci con l'entusiasmo e la fiducia che arrivando da questi risultati e anche dalla convocazione in nazionale di Ricci. Abbiamo comunque una identità precisa, sono contento del risultato, ma non dobbiamo mollare di un centimetro. La strada per la salvezza è ancora lunga e difficile. Cercheremo di ottenere la salvezza in qualsiasi modo".

Potresti esserti perso