Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Italiano: “Non dovevamo correre rischi nel finale. Spiace ma abbiamo perso contro un’ottima squadra”

CROTONE, ITALY - DECEMBER 12: Head coach of Spezia Vincenzo Italiano gestures during the Serie A match between FC Crotone and Spezia Calcio at Stadio Comunale Ezio Scida on December 12, 2020 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Il tecnico analizza la sfida dell'Olimpico.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia sfiora il pareggio all'Olimpico, ma poi si arrende alla voglia di vincere della Roma che ha cercato e voluto la vittoria credendoci sino al termine. Una vittoria maturata in pieno recupero, ma tutto sommata meritata, quella dei giallorossi. Italiano, legittimamente, ci credeva. Ed è inevitabile a fine partita, qualche rimpianto. Il tecnico ha analizzato la sfida ai microfoni di Sky Sport.

ERRORI  - Lo Spezia è stato abile a sfruttare gli errori della Roma, ma ha anche concesso troppo. "Penso che la Roma sia una squadra di altissimo livello allenata da un ottimo allenatore. Non a caso ha trovato il colpo di coda nel finale. Siamo stati un po' ingenui. Bisognava portare a casa il risultato e non correre rischi. Spiace perché avevamo di fronte una grandissima squadra. Era un punto molto importante per noi, ripartiamo comunque da una ottima prestazione e continuiamo così. L'atteggiamento mi piace, lo spirito è giusto, andremo a prenderci i punti da un'altra parte".

PROSPETTIVE - Lo spirito comunque è quello che serve per raggiungere l'obiettivo. Lo Spezia ha spaventato la Roma dopo essere riuscita a fare punti a Napoli. La sensazione è che la squadra abbia completato il periodo di ambientamento nella massima serie e sia pronta a giocarsi la permanenza alla pari con le altre. "Oggi siamo delusi e anche un po' arrabbiati, ma consapevoli di riuscire a creare difficoltà alle grandi squadre. Giriamo a 18 punti ma abbiamo mostrato una identità e una precisa idea di gioco, speriamo di continuare così. Certamente dobbiamo crescere e non possiamo permetterci certi cali di tensione. Era da parecchio che non capitava, questo aspetto ovviamente non mi piace, mentre apprezzo molto la reazione che ha portato al pareggio". I gol sono arrivati anche senza Nzola. "Non ha problemi seri, ma gli fa male la caviglia e quindi non abbiamo voluto rischiarlo. Per noi è un giocatore importante e vogliamo che lo sia anche nel girone di ritorno, per il nostro gioco la sua presenza in campo è assolutamente fondamentale"