Italiano: “Nella ripresa non siamo usciti dagli spogliatoi. I 4 gol ci fanno tornare sulla terra”

Lo Spezia perde a Crotone. Sconfitta dolorosa ma Italiano ne vuole trarre una lezione.

di Redazione Il Posticipo

Il Crotone doveva vincere. Allo Spezia bastava non perdere la sfida allo “Scida” che rimescola e riapre la lotta salvezza trascinando in piena bagarre anche i liguri. Che i bianconeri dovessero lottare per non retrocedere rientra comunque nell’ordine naturale delle cose. La sensazione è che però la squadra di Italiano abbia imbroccato una giornataccia forzando anche troppo la mano cercando a tutti i costi il gol scoprendosi. . Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

SCONFITTA – Una sconfitta pesante, anche per come è maturata. “Sono molto nervoso, meglio non rivedere le immagini del match. Oggi lo Spezia ha giocato un gran primo tempo e potevamo anche andare meritatamente in vantaggio, poi nel secondo tempo non siamo usciti dallo spogliatoio. E così le partite le perdi. Anche in modo pesante. Loro hanno qualità ma non dovevamo perdere 4-1. Non può accadere. L’atteggiamento della linea difensiva era identica a quello del primo tempo, ma senza attenzione e collaborazione con i compagni si è castigati. Non dobbiamo essere superficiali né entrare con leggerezza. Anche l’ultima in classifica in serie A è capace di segnare quattro gol. Forse è una sconfitta che ci serve per tornare sulla terra”.

SALVEZZA – Il percorso e gli obiettivi comunque non cambiano: “Chiaramente non è stata una delle nostre migliori partite in generale. Abbiamo speso qualche cartellino giallo di troppo, ma sono rischi calcolati. La partita è stata negativa solo in parte. I complimenti non ci hanno tolto qualcosa. Non cambieremo atteggiamento, l’importante è non peccare di sufficienza. Non ci si deve disunire. Non deve accadere. Ai ragazzi posso comunque rimproverare poco. 45′ di gioco non possono comunque rovinare questo inizio di campionato. Abbiamo subito la possibilità di rimediare. E se qualcuno ha abbassato la guardia, è il momento di cambiare subito registro. Guai a staccare la spina. Siamo lo Spezia e possiamo trovare difficoltà ovunque se non riproponiamo quel gioco che ci ha portato a ricevere tanti complimenti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy