Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Italiano: “La squadra ha trovato lo spirito giusto. I nostri punti sono meritati”

CROTONE, ITALY - DECEMBER 12: Head coach of Spezia Vincenzo Italiano gestures during the Serie A match between FC Crotone and Spezia Calcio at Stadio Comunale Ezio Scida on December 12, 2020 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Il tecnico festeggia il pari come fosse una vittoria.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia strappa un preziosissimo punto a Torino, difeso con le unghie e con i denti in inferiorità numerica praticamente per tutta la partita. Un pareggio che permette ai bianconeri di tenere a distanza i padroni di casa e restare lontani dalla zona retrocessione. Italiano, che ha festeggiato come una vittoria il fischio finale, analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

CARATTERE - Lo Spezia quando scende in campo dà sempre la sensazione di sapere come comportarsi. Ha attraversato un momento difficile ma se è riuscito a lasciarselo alle spalle. E paradossalmente ha avuto le occasioni migliori anche in inferiorità numerica. Alla fine,  un pareggio che vale come una vittoria. "Sono convinto che rimanere in inferiorità numerica in questa categoria è difficile, ma i ragazzi hanno lo spirito giusto rispetto al passato quando subivamo facilmente l'avversario. Abbiamo trovato compattezza, è una grandissima soddisfazione anche perché abbiamo anche sfiorato la vittoria. Se fossimo stati più convinti nel secondo tempo magari avremmo anche trovato la via del gol. Siamo comunque contenti di trovare continuità. Questo è il terzo risultato utile consecutivo. Lo 0-0 ci permette di risolvere in maniera diversa anche la settimana con Vignali. Non deve più succedere".

PROSPETTIVE - Lo Spezia ha mostrato di poter stare in serie A. E a una giornata dal giro di boa, è salvo. Si temeva un calo di concentrazione.  "Al momento dei calendari mi chiedevo dove fare punti. Dopo le due vittorie abbiamo intrapreso la strada giusta. Certamente non abbiamo giocato la partita che avevamo in testa, ma vedere questo spirito di sacrificio significa essere cresciuti moltissimo dall'inizio della stagione.  Vignali ha chiesto scusa ed è stato applaudito da tutta la squadra a testimonianza di un gruppo unito.  Queste sono partite che ti lasciano in eredità tanta autostima. Questa è una squadra che vuole ben figurare. Sarà comunque un campionato di sofferenza, ma tutti i punti che abbiamo penso siano assolutamente meritati. Ce li godiamo con la consapevolezza che mantenere la categoria sarebbe un traguardo fantastico".