calcio

Mancini, l’uomo dalle imprese straordinariamente possibili

Redazione Il Posticipo

L'ultima grande impresa è l'Europeo. La Nazionale, a novembre del 2017, è ridotta a un cumulo di macerie dopo l'eliminazione con la Svezia, che nel pieno rispetto della loro tradizione, ci lascia in eredità un pacchetto imballato. Dentro c'è calcio da ricostruire. Tanti pezzettini senza libretto di istruzioni. Serve un miracolo per tornare a livelli perlomeno aderenti alla tradizione calcistica del paese. Mancini, in tre anni, costruisce il suo capolavoro. E rimette l'Italia al centro dell'Europa calcistica dopo 53 anni.