Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Italia-Lituania, match dai mille significati: i campioni d’Europa mettono in palio anche…il titolo mondiale!

LONDON, ENGLAND - JULY 11: Giorgio Chiellini, Captain of Italy lifts The Henri Delaunay Trophy following his team's victory in the UEFA Euro 2020 Championship Final between Italy and England at Wembley Stadium on July 11, 2021 in London, England. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

L'Italia di Mancini affronta la Lituania in un match importante nella strada per Qatar 2022. E gli azzurri, in ogni partita che disputano, mettono in palio anche il titolo di...campioni del mondo. Anche se non proprio quello ufficiale...

Francesco Cavallini

L'Italia di Mancini affronta la Lituania per la terza partita post Euro 2020. Il match è improvvisamente di quelli che contano, perchè gli azzurri avranno anche battuto il record di imbattibilità, ma arrivano da due pareggi che hanno reso più ardua la strada verso il mondiale. E dire che Mancini e i suoi volevano qualificarsi il prima possibile per Qatar 2022, dopo non essersi presentati a Russia 2018. Ma di importante non ci sono soltanto i tre punti, perchè chiunque vorrà fare bene contro i campioni d'Europa, come dimostrano Bulgaria e Svizzera. E soprattutto, perchè l'Italia, in ogni partita che disputa, mette in palio anche il titolo di...campione del mondo. Anche se non proprio quello ufficiale...

CAMPIONE NON UFFICIALE - La squadra di Mancini è infatti attualmente detentrice dell'Unofficial Football World Championships, un titolo che si assegna con le regole...della boxe. Ovvero il detentore mette in palio il titolo nella partita, se pareggia o vince lo mantiene, oppure lo cede all'avversario. E questo è il caso dell'Olanda, battuta a settembre 2020 in Nations League con una rete di Barella. Gli Oranje si erano laureati campioni a settembre 2019, quando avevano battuto per 2-4 la Germania in un match valido per le qualificazioni europee. A loro volta, i Panzer avevano sfilato il titolo alla Francia, che invece lo aveva vinto proprio contro la Croazia nella finalissima di Russia 2018, quando la squadra di Deschamps è diventata campione del mondo sia per l'albo d'oro ufficiale che per quello che non lo è.

PRIMA DIFESA - Questa strana storia inizia nel 1872, quando Scozia e Inghilterra si sono affrontate nel primo match internazionale (tra l'altro...pareggiando). Da quel momento, seguendo tutti gli impegni delle selezioni nazionali, è possibile risalire alla storia del titolo fino ai giorni nostri. E ci sono anche questioni assurde, se si considera che a volte accade anche che al Mondiale questa "cintura" non venga neanche difesa perchè chi l'ha conquistata non partecipa alla Coppa del Mondo, come avvenuto nel 2006 con l'Uruguay. All'Italia il titolo mancava dal 2007, quando la nazionale fresca di vittoria a Berlino ha battuto la Scozia, per poi perdere alla terza difesa in amichevole contro l'Ungheria. Il regno della squadra di Mancini invece dura da un po', visto che dopo quella partita di un anno fa contro l'Olanda nessuno è ancora riuscito a battere gli Azzurri. E dire che agli Europei il titolo abbia portato bene...è dire poco!