Italia Femminile, Gravina apre le porte al professionismo: “Questo patrimonio va salvaguardato e tutelato”

Italia Femminile, Gravina apre le porte al professionismo: “Questo patrimonio va salvaguardato e tutelato”

Nonostante la sconfitta, la Nazionale Femminile ha fatto innamorare gli italiani. E ora chiede a gran voce il professionismo per il calcio in rosa e il presidente FIGC, intervistato ai microfoni RAI, apre le porte…

di Redazione Il Posticipo

Il sogno svanisce, rimane l’amaro in bocca ma niente e nessuno cancella l’impresa della Nazionale Femminile che contro ogni pronostico è arrivata a giocarsi le semifinali. L’Olanda è stata oggettivamente più forte, ma il dolore della sconfitta è lenito dalle parole del Presidente della FIGC Gabriele Gravina che schiude le porte del professionismo. Le sue parole rilasciate ai microfoni di Rai Sport.

“Le ragazze hanno scritto una pagina bellissima nella storia del nostro calcio fatto di sorrisi, gioia, bellezza, orgoglio e appartenenza, coinvolgendo tantissimi tifosi. Questo patrimonio va salvaguardato e tutelato. Bisogna mettere le basi per riconoscere a queste ragazze un salto di qualità che meritano.  Dobbiamo dimostrare di aver apprezzato quello che hanno fatto. Adesso inizia un percorso impegnativo e responsabile”. Ogni riferimento al professionismo non è casuale. Ci vorrà del tempo ma il dado sembra tratto. “Bisogna rispettare la sostenibilità del sistema ma i tempi sono relativamente brevi. Credo sia indispensabile approfondire l’impatto di un movimento che è esploso e ha generato un interesse straordinario. Non possiamo frenare evoluzione e crescita”. Sara Gama ha chiesto certezze. “Abbiamo istituito un tavolo per stabilire e valutare l’impatto. L’obiettivo è fissato: 1 luglio 2020 per il prossimo campionato di serie A. Il tema comunque non è solo questo. A queste ragazze dobbiamo riconoscere non solo lo status ma anche la dignità di professioniste. Sono state bravissime. I riflettori si spengono, ma non per quanto ci riguarda. Lo dico con senso di responsabilità e rispetto per queste ragazze”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy