Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Istanbul, i due Ronaldo, i derby con l’Inter, Nesta e Maldini: è un Kakà…a tutto campo

Kakà, come sempre, a tutto campo. Al brasiliano, è stato chiesto di scegliere tra sconfitte pesanti, partite da brividi e campioni galattici. E ha parlato del nostro calcio e di alcuni protagonisti del presente e del passato...

Redazione Il Posticipo

Kakà, come sempre, a tutto campo. Il brasiliano, in occasione della partita di beneficienza in cui...si è beccato un tunnel da un avversario, ha risposto a una serie di domande che gli ha fatto SportBible. E dovendo scegliere tra sconfitte pesanti, partite da brividi e campioni galattici, ha parlato del nostro calcio e di alcuni protagonisti del presente e del passato...

PEGGIOR SCONFITTA - Peggio aver perso la Champions a Istanbul o i quarti del mondiale 2006 contro la Francia? Kakà non ha dubbi. "La finale di Champions League, per il modo in cui è accaduto. Nel 2006 ai mondiali è stato doloroso perdere, ma abbiamo subito solo un gol e fatto tanti errori. Nel 2005 invece stavamo vincendo 3-0. Per 45 minuti abbiamo vinto la Champions League. Ma ne sono bastati sei per prendere tre gol, nononostante avessimo una delle migliori difese della storia del calcio. È stata dura, ma anche una delle lezioni più importanti della mia carriera".

DIFENSORI - A proposito di quella difesa, complicato preferire l'uno all'altro, ma dovendo scegliere tra Maldini e Nesta, chi si prende in squadra Kakà? "Scelgo Maldini, non solo per la qualità in campo, ma perchè è stato il calciatore che mi ha insegnato più cose. Era il nostro capitano, il nostro leader, un grandissimo calciatore. Eppure lo vedevo tutte le mattine, era uno che ha vinto cinque Champions League e tutti i giorni correva come un pazzo perchè voleva vincere la partita successiva".

I RONALDO - Poi si passa...all'attacco. Meglio il Fenomeno o CR7? Per l'ex milanista non c'è partita, nonostante abbia condiviso lo spogliatoio con entrambi... "Il Ronaldo brasiliano è il migliore con cui abbia mai giocato, le cose che gli ho visto fare in campo ti lasciavano a bocca aperta. Quello che ha fatto (e che sta facendo) Cristiano è comunque incredibile. Quello che mi piace di più di CR7 è il modo in cui riesce a motivarsi dopo tutti i successi che ha ottenuto".

PARTITE CLOU - Per chi le ha giocate entrambe, difficile scegliere tra il derby della Madonnina e il Clasico... "Il derby di Milano è splendido perchè le squadre giocano nella stessa città. A volte la squadra che sta facendo peggio vince la partita e la stagione cambia totalmente. Quando giochi il Clasico, invece, è una questione più pericolosa. Ci sono le tensioni politiche, tutto il paese si concentra sulla partita. Quando l'ho giocato io c'è stato anche un gran litigio tra gli allenatori. Mou contro Pep, Cristiano contro Messi, sono ingredienti che rendono il Clasico ancora più bello".