Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Islanda, il geyser sembra essersi spento…

PARIS, FRANCE - JUNE 22:  Aron Gunnarsson of Iceland applaud supporters after their team's 2-1 win in the UEFA EURO 2016 Group F match between Iceland and Austria at Stade de France on June 22, 2016 in Paris, France.  (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

L'Islanda non riesce a dare continuità agli incredibili risultati ottenuti negli ultimi anni.

Redazione Il Posticipo

A certi livelli, basta poco per passare dalle stelle alle stalle. L'Islanda ne sa qualcosa. Negli ultimi anni si sono imposti come una delle Nazionali più interessanti d'Europa. Nonostante una storia non certo ricca di successi, il movimento calcistico del paese ha ottenuto grandi risultati nella storia recente. Con gli ultimi, però, il sogno sembra essere desinato ad interrompersi.

2016 - L'Islanda inizia a farsi conoscere al grande pubblico nel 2010 quando blocca il traffico aereo europeo di mezza Europa. Quando Il vulcano Eyjafjöll eruttò il Barcellona doveva recarsi a Milano per sfidare l'Inter in semifinale di Champions. Niente da fare, trasferta in pullman. A livello calcistico l'Islanda torna a far parlare di sè quando sfiora la qualificazione ai mondiali del 2014. Strada sbarrata dalla Croazia (0-0 e 0-2). Nel 2016 però l'Isola che non c'era mai stata arriva a giocarsi il suo primo europeo. In Francia, un figurone. Secondo posto dietro l'Ungheria e davanti al Portogallo. Negli ottavi scrive una delle pagine più nere della storia del calcio inglese, superando la nazionale di Sua Maestà per 2-1. L'entusiasmante corsa si arresta nei quarti di finale contro i padroni di casa (2-5).

2018 - Due anni dopo l'Isola che non c'era mai stata concede il bis e si presenta, contro ogni pronostico, in Russia, Il cammino è esaltante. Gli islandesi vincono il girone I davanti alla Croazia che arriverà a giocarsi la Coppa. Un risultato storico per l'Islanda che si... traferisce con i suoi 334mila abitanti in Russia per un evento straordinario ed evidentemente irripetibile. Esordio straordinario: fermata sul pari (1-1) l'Argentina di Leo Messi. Poi però perde 2-0 contro la Nigeria ed esce sconfitta (2-1) anche nella sfida con la Croazia. Un punto in tre partite, ma è stato bello senza la consapevolezza che fosse l'inizio della fine.

2018 - 2021 Nelle qualificazioni del campionato europeo L'Islanda, inserita nel gruppo della Francia, si gioca le sue carte per il passaggio del turno contro la Turchia ma non bissa l'impresa del passato. La nazionale si piazza al terzo posto  nel girone F quanto basta però per centrare gli spareggi. Superata la Romania, l'isola che non c'era mai stata si gioca tutto contro l'Ungheria ma esce sconfitta. Malissimo, in Nations: sei sconfitte in altrettante partite, con 3 gol fatti e 17 subiti. Il CT Hamrén lascia la panchina, ma l'avvento di Arnar Viðarsson, non aiuta a uscire dalla crisi di risultati prosegue. Mai realmente in corsa per Qatar 2022, l'Islanda chiude penultima nel proprio girone, con 2 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte dietro Germania, Macedonia, Romania ed Armenia. I geyser si sono spenti.