Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Isernia, niente Panico…c’è Nicola: trionfo nella Coppa Italia Regionale

Isernia, niente Panico…c’è Nicola: trionfo nella Coppa Italia Regionale

Con la vittoria per 2-0 contro Campomarino, l'Isernia si laurea campione della Coppa Italia regionale. La squadra del nostro editore Francesco Paolo Traisci si è imposta nella finalissima grazie alle reti di Negro e Panico.

Redazione Il Posticipo

Con la vittoria per 2-0 contro Campomarino, l'Isernia si laurea campione della Coppa Italia regionale e può alzare il tanto desiderato trofeo. La squadra del nostro editore Francesco Paolo Traisci si è imposta nella finalissima grazie alle reti di Negro e Panico, arrivate rispettivamente appena prima della fine del primo tempo e dopo circa un quarto d'ora della ripresa. Un risultato importante, arrivato con un tap-in di Negro e un tocco beffardo di Panico e nonostante il Campomarino abbia l'occasione di riaprire i giochi con un calcio di rigore poco dopo il gol del 2-0, sbagliato però da Mastrangelo.

RIVOLUZIONE - E quindi l'Isernia continua il suo momento positivo, che ha portato il club a risollevarsi dopo un inizio di stagione negativa. Fondamentale la rivoluzione del presidente Traisci, che ha optato per il cambio del tecnico Pecoraro e gli addii di alcuni calciatori da lui voluti. Nonostante le cessioni e un contenimento generale dei costi, la squadra si è rilanciata sotto la guida di Pierluigi de Bellis, che in passato ha già portato la squadra in Serie D. Insomma, il cambiamento ha portato i suoi frutti, dimostrati nella Coppa Italia Regionale e anche in campionato. Con ancora 10 partite da giocare (e una da recuperare) l'Isernia può ancora sperare di riagguantare il gruppo di testa del girone A di Eccellenza (Olympia Agnonese, Calcio Termoli 1920 e Campodipietra) e candidarsi nuovamente alla promozione nella categoria superiore.

PANICO - Grande protagonista, non solo del match contro il Campomarino, il bomber Nicola Panico, il vero e proprio...Zlatan dell'Eccellenza. L'attaccante classe 1983 è un veterano della categoria, che ha giocato in tantissimi club non facendo mai mancare il suo apporto sotto rete. Il suo ritorno estivo (Panico ha già giocato con la maglia dell'Isernia in altre due occasioni) è stata la grande intuizione del presidente Traisci, che ha deciso di riportarlo a casa. Il tutto nonostante un certo scetticismo dei tifosi, perchè al termine della scorsa stagione l'attaccante aveva segnato, stavolta con la maglia dell'Aurora Alto Casertano, proprio nella finale dei playoff per la Serie D contro la sua ex squadra. I gol, però, fanno perdonare tutto e quello segnato contro il Campomarino vale un trofeo e anche il festeggiamento della nascita di suo figlio Salvatore. Insomma, per l'Isernia niente Panico, perchè c'è Nicola: il bomber che, tra una presenza a Temptation Island e il passato fidanzamento con una tronista, preferisce far parlare il campo e i gol.