Isco, dopo la sceneggiata con lo staff del Real spunta il selfie riparatore: “Non potreste capire…”

Isco, dopo la sceneggiata con lo staff del Real spunta il selfie riparatore: “Non potreste capire…”

Continua il momentaccio del centrocampista spagnolo in campo contro l’Alaves solo per pochi minuti nel finale. Quando è uscito dal campo il giocatore, preso dalla frustrazione, si è scrollato di dosso la leggenda madridista Chendo…e poi ha provato a sistemare la situazione.

di Redazione Il Posticipo

Questa stagione non s’ha da fare… Chissà quante volte se lo sarà detto tra sé e sé Isco, che domenica sera ha vissuto l’ennesimo momentaccio del suo 2018-19 al Real Madrid. Santiago Solari lo ha messo ai margini da tempo e lo schiera solamente quando non può farne a meno: nei finali di partita oppure nelle gare di poca importanza. Lo spagnolo è entrato all’87’ contro l’Alaves al posto di Vinicius Junior ed è rimasto in campo per 3 minuti più recupero. Tanto è bastato per mandarlo su tutte le furie quando gli è toccato intraprendere la strada che porta negli spogliatoi.

CHENDO IGNORATO – Fischio finale, testa bassa, la voglia di scomparire il prima possibile. Isco ha replicato ai saluti del pubblico accenando giusto un applauso, poi però si è ritrovato davanti a Miguel Porlan Noguera, per tutti semplicemente Chendo: il membro dello staff ha provato a dare una pacca di incoraggiamento al giocatore, che però ha cercato subito di scrollarselo di dosso. Un gesto da dimenticare e che è stato condannato anche i tifosi in rete. Isco però ha provato a metterci una pezza…

SELFIE RIPARATORE – Forse ha capito di aver sbagliato… Sull’account Twitter di Isco è spuntata una fotografia del giocatore proprio insieme a Chendo, “membro ignorato” dello staff del Real ma anche e soprattutto leggenda del club. La didascalia parla da sè: “Senza dubbio una grande persona, è il nostro jolly… Era uno scherzo tra noi, ma in un video da tre secondi non potreste mai capirlo! Un abbraccio signori!”.  Una frase che vorrebbe sottintendere che la scenetta fosse, anzi, dovesse essere divertente. Insomma, il caso è più o meno rientrato. Ma è l’ennesima spia di un malessere che il centrocampista si porta dentro da quando al Real è arrivato Santiago Solari. Alla fine di questa stagione Florentino Perez dovrà trarre le sue conclusioni: o resta il tecnico o resta Isco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy