calcio

Io senza te non posso stare: i pupilli degli allenatori

Redazione Il Posticipo

Anche Roberto Mancini ha il suo “papà” tecnico. È Sven Goran Eriksson. I più maligni sostengono che l’attuale CT. della nazionale suggerisse la formazione da mettere in campo già ai tempi della Lazio e prima ancora, della Samp. Voci. L’unica certezza è il legame solidissimo fra i due che ha portato alle fortune della Lazio.

Potresti esserti perso