Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inzaghi: “Vorrei retrocedere per colpa nostra. Così è brutto, si creano sospetti. Comunque non è finita”

BENEVENTO, ITALY - NOVEMBER 28: Filippo Inzaghi Benevento Calcio coach gestures during the Serie A match between Benevento Calcio and Juventus at Stadio Ciro Vigorito on November 28, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il tecnico del Benevento amareggiato.

Redazione Il Posticipo

Filippo Inzaghi, dopo lo sfogo del presidente Vigorito, ha parlato della sfida fra Benevento e Cagliari a Sky Sport. "Siamo molto delusi anche. L'arbitro mi ha detto che il tocco c'è stato ma è lieve. Ma se ha fischiato il rigore perché vede il contatto è già finito tutto.  Il VAR non è intervenuto domenica. Noi siamo dispiaciuti, volevamo retrocedere con le nostre gambe, io sono qui solo per ringraziare la mia squadra che ha dominato e meritava di vincere. Siamo stati superiori al Cagliari li abbiamo costretti a cambiare sistema di gioco. La squadra ha avuto cuore e anima. Sapevo che non mi avrebbero deluso. Ho detto ai ragazzi che hanno spirito e voglia necessaria per fare l'impresa. Oggi i ragazzi piangevano, c'è grande tristezza. Si sento derubati e questo mi spiace molto. Io sono nel calcio da tanto tempo ed è brutto. Probabilmente oggi non doveva andare così. Non doveva andare così per il bene del calcio. Io sono per il calcio vero, per quello che mi hanno dimostrato oggi i miei ragazzi Se l'arbitro mi dice che il tocco è lieve non puoi andare dallo stessa persona. Poi si creano sospetti che fanno male. Io volevo solo dire che noi ci crediamo sino in fondo".