Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inzaghi: “Vinciamo con il Crotone e giochiamoci tutto con il Toro”

BENEVENTO, ITALY - NOVEMBER 28: Filippo Inzaghi Benevento Calcio coach gestures during the Serie A match between Benevento Calcio and Juventus at Stadio Ciro Vigorito on November 28, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il Benevento incassa l'ennesima sconfitta.

Redazione Il Posticipo

Altra sconfitta per il Benevento. I sanniti reggono ma non resistono alla forza d'urto della Dea e alla lunga incassano l'ennesima sconfitta che spalanca le porte della retrocessione. Alla squadra di Filippo Inzaghi adesso serve un piccolo miracolo sportivo, ma ha due scontri diretti da giocare per provare a lottare sino alla fine. Il tecnico ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

KO - Un ko pesantissimo che ha il sapore della condanna: "Pensiamo alla partita di domenica. C'è il Crotone, vinciamo e poi ci giocheremo tutto con il Toro. Giocavamo contro una squadra fortissima, ma la squadra ha avuto coraggio anche in dieci uomini. A Bergamo di solito sei bombardato, invece il portiere ha compiuto poche parate. L'Atalanta è una squadra da Champions, non sono queste le nostre partite. Abbiamo preso solo due gol mi è piaciuto lo spirito e la tenuta difensiva. Non guardo gli altri risultati, penso solo ai miei giocatori. Con il Crotone possiamo accorciare la classifica. Lo Spezia deve giocare con Torino e Roma, dobbiamo pensare a noi stessi".

PROSPETTIVE - La salvezza però, aritmeticamente è possibile. "Sarà fondamentale invertire la tendenza. A San Siro abbiamo calciato 14 volte in porta, con il Cagliari il pari ci sarebbe stato stretto. La squadra ha giocato sempre le sue partite, mi auguro si torni a vincere presto. La corsa non è né sul Torino né sullo Spezia, noi pensiamo solo a noi stessi, è da un po' troppo che guardiamo gli altri. Sappiamo che dobbiamo toccare quota 37 punti. Puntiamo a raggiungerli e poi vediamo cosa succederà".