Inzaghi: “Orgoglioso dei miei. Queste partite non danno punti ma consapevolezza”

Il Benevento spaventa il Napoli e lo fa tremare sino al termine.

di Redazione Il Posticipo

Filippo Inzaghi ha trasmesso la sua grinta al Benevento. I sanniti, nel derby campano, hanno fatto tremare il Napoli sino al termine dopo essere passatiin vantaggio. Al netto della sconfitta, tante buone indicazioni per Inzaghi che ha analizzato la sfida ai microfoni di DAZN.

ORGOGLIO – Amarezza ma anche tanto orgoglio per il Benevento.” Quando vedo il Napoli che gioisce al fischio finale per lo scampato pericolo non posso che essere contento. Sono orgoglioso che i ragazzi abbiano spaventato il Napoli. Loro hanno molte più risorse, ma oggi ho visto una grande squadra, mi spiace per i ragazzi ma oggi sarebbe stata una grande impresa. Quando giochi contro squadre che puntano allo scudetto puoi concedere poco, ma mettere in apprensione Napoli e Roma è un qualcosa che non mi aspettavo. I ragazzi mi stanno stupendo”.

GRINTA – Con questa grinta, lecito sperare nella salvezza. “Sapevo che avremmo dovuto giocare una partita perfetta. Essere stati in partita sino alla fine è molto importante per il proseguo del nostro campionato. Abbiamo preso gol quando mancava Letizia, il secondo gol è stata una grande giocata di Politano. Queste non sono partite che danno punti, ma consapevolezza. Noi siamo felici di come sta rispondendo la squadra. Non dimentichiamo da dove veniamo e cosa è stato il primo anno di A per il Benevento. Adesso tutti temono quando ci devono affrontare e questo è un segnale molto indicativo su cosa siamo diventati”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy