Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inzaghi: “Non possiamo regalare gol al Milan ma non rimprovero nulla ai ragazzi”

BENEVENTO, ITALY - NOVEMBER 28: Filippo Inzaghi Benevento Calcio coach gestures during the Serie A match between Benevento Calcio and Juventus at Stadio Ciro Vigorito on November 28, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il Benevento gioca bene ma non raccoglie punti nella sfida con il Milan.

Redazione Il Posticipo

Benevento, una partita... stregata. Il Milan gioca in dieci per più di un tempo ma riesce a mantenere la porta inviolata e a dare un dispiacere a un vecchio amico come Inzaghi. I padroni di casa si giocano la sfida a viso aperto, ma pagano la scarsa incisività negli ultimi sedici metri e l'errore dal dischetto di Caprari. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

GOL  - I sanniti hanno giocato una delle migliori partite del campionato, con personalità e coraggio, imponendo anche il ritmo del match al più quotato avversario. "Non sarà mai una partita come le altre, ho cercato di fare il massimo. Se c'è del rammarico per aver perso contro il Milan significa che stiamo disputando un campionato egregio. Questa partita mi ricorda un po' la sfida con il Sassuolo, dobbiamo concretizzare. Anche in parità numerica abbiamo preso il palo. Spiace perché queste partite giocate così bene meritano un altro risultato. Non possiamo regalare gol al Milan, devono segnarci in un altro modo ma posso rimproverare poco ai ragazzi. Spiace perdere una partita in cui non avremmo dovuto avere scampo. Quindi tutto sommato va bene così".

PROSPETTIVE - Il Benevento resta comunque una squadra apprezzata dalla critica. E soprattutto attrezzata per la salvezza.  Resta però il problema del gol. Servirebbe... un Inzaghi in campo oltre che in panchina. "Penso che il nostro atteggiamento debba essere sempre propositivo. Qualche costruzione dal basso ci costerà anche qualche gol ma ci permetterà di segnarne. Inutile lanciare il pallone in avanti, con i difensori che ci sono in serie A renderemmo la vita impossibile ai nostri attaccanti. Certamente, si può anche cambiare la giocata quando serve. In quanto al mercato, noi dobbiamo salvaguardare un gruppo che si sta facendo valere in A dopo aver conquistato la massima serie a suon di record. Questi ragazzi stanno dando tantissimo, al netto di qualche ingenuità che aiuterà la squadra a crescere. Certamente la società guarderà al mercato con interesse. se ci sarà l'occasione valuteranno".