Inzaghi: “Non andiamo dietro alle chiacchiere. Torniamo subito con i piedi per terra”

Un brutto pomeriggio per Inzaghi.

di Redazione Il Posticipo

Pomeriggio da dimenticare per il Benevento che sembra soffrire il confronto fra neopromosse. Dopo le quattro reti subite con lo Spezia, un inatteso e amaro bis in Calabria contro un Crotone apparso molto più in palla. Inzaghi, che ha rimediato anche una espulsione, analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

KO – Un Ko che non inficia un girone d’andata comunque straordinario. La preoccupazione però è legittima soprattutto per gli errori commessi. Sia in attacco che in difesa. “Difficile commentare una partita in cui si fanno 17 tiri a 3 e prendi quattro gol. Non è possibile trovare un gol per caso, torniamo con i piedi per terra, prendiamoci le nostre colpe e ripartiamo. Non ho l’abitudine di parlare quando finisce la partita. Voglio rivedere la partita ma impazzisco a leggere certi numeri e nel vedere che i portieri contro di noi sono i migliori in campo. Significa che bisogna calciare meglio in porta. E ci si innervosisce troppo”. Un attaccante potrebbe aiutare. “Al mercato ci pensa la società e sa benissimo cosa ci siamo detti. Questa squadra mi ha regalato tantissime gioie anche se oggi fatico ad accettare un risultato che non mi quadra. Dobbiamo rimboccarci le maniche”.

RIPRESA –  Inzaghi ha sempre sostenuto che il Benevento debba sudarsi la permanenza. “Avevo detto che volevo undici guerrieri, fatico a rimproverare una squadra che si presenta sempre davanti al portiere ma ribadisco che andando così tante volte al tiro non puoi non andare in gol. I ragazzi sanno che sono arrabbiato ma sono anche molto lucido. Preferisco perdere prendendo quattro gol senza aver mai passato la metà campo. Prima ci davano tutti retrocessi, ora tutti in Europa, non andiamo dietro alle chiacchiere, dobbiamo salvarci. E se non vinciamo le partite che andrebbero vinte è il caso di chiederci il perché. Abbiamo otto punti di vantaggio sulla zona salvezza, era un risultato impensabile a inizio campionato, ma se non teniamo le antenne dritte rischiamo di ritrovarci impelagati nella lotta per non retrocedere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy