Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inzaghi, nessun sogno: la Lazio è una solidissima realtà…

La squadra biancoceleste sta giocando un campionato sopra le aspettative, ed è impossibile deffinirla meteora. Il cammino, sinora, è condito da record su record.

Redazione Il Posticipo

Lazio da record. La squadra biancoceleste sta giocando un campionato sopra le aspettative, condita da record su record. A Genova ha vinto una partita complicata, a conferma di una condizione ottimale: vittoria che allunga diverse strisce positive. La notizia, ormai, è quando la squadra di Simone Inzaghi non vince. Soprattutto in trasferta: Lazio imbattuta da nove partite consecutive. Solo il Liverpool ha fatto meglio.

PUNTI - Sognare non è impossibile. Pensieri e parole di Cataldi a fine partita. Difficile del resto nascondersi dopo la vittoria maturata a Marassi che ha allungato la striscia di imbattibilità a venti partite consecutive. Il record di Eriksson è già stato frantumato, esattamente come quello dei punti ottenuti. La Lazio Campione d'Italia 1999/2000 a questo punto della stagione aveva "solo" 50 punti contro i 54 della Inzaghi band.

IMMOBILE  - Lazio che dunque ripropone la sua candidatura ad anti Juventus. E anche Higuain inizia a tremare dal punto di vista individuale. Con la rete realizzata a Marassi, Ciro Immobile ha raggiunto un mito assoluto come Antonio Angelillo. 27 reti in 25 partite. Il vero record, però, è quello dell'attaccante bianconero. 36 gol in 35 partite: numeri che sembravano irraggiungibili e che adesso sono largamente alla portata di Immobile, considerando che restano ancora 13 partite.

GOL - I gol di Immobile sono importanti, ma non sono gli unici. È comunque la squadra intera a girare a ritmi vertiginosi. La Lazio è l'unica squadra di serie A che ha segnato tre gol in dieci incontri. Una vera macchina da gol che, a differenza dello scorso anno, ha chiuso a tenuta stagna il reparto arretrato, il migliore del campionato nonostante i due gol subiti a Genova. 23, in totale, i gol subiti. Uno in meno della Juventus. Esattamente come le sconfitte in questo campionato (due, contro le tre dei bianconeri): con questi numeri, diventa davvero impossibile nascondersi.