Inter, il mercato viaggia in…Kia

L’Inter viaggia in…Kia. Joorabchian deve adoperarsi per farsi “perdonare” dopo i flop Barbosa e Joao Mario. Trovare l’acquirente per il portoghese e se possibile portare anche Bernard.

di Redazione Il Posticipo

Inter, il mercato viaggia in…Kia. No, non è la nuova macchina aziendale nerazzurra. Piuttosto, Kia Joorabchian l’uomo di Suning che ha il compito da intermediario e agente, deve risolvere alcuni rebus legati alle finanze nerazzurre.

Joao Mario, il boomerang

Joao Mario rischia l’effetto boomerang. Il portoghese non ha alcuna voglia di tornare all’Inter. Né la società ha intenzione di rivederlo. Il problema è il…West Ham. Il centrocampista lusitano ha espresso la propria volontà. Fosse per lui resterebbe a Londra. L’Inter è un capitolo chiuso. Bene, anzi, benissimo, ma gli Hammers sebbene stimino il ragazzo non hanno la minima intenzione di spendere i 40 milioni di euro necessari per il riscatto del cartellino. Soldi che, peraltro, farebbero comodo, anzi di più, alla società nerazzurra per riscattare Cancelo e Rafinha. Ergo, si deve trovare una soluzione. Dunque, scende in campo il signor Kia, che ha più di qualcosa da farsi perdonare dalla dirigenza cinese. Se l’Inter deve fare i conti con il Fair Play Finanziario, il “merito” è anche suo. Non è escluso che Suning gli chieda di adoperarsi.

Una doppia possibilità: piazzare Joao e prendere Bernard

Farq aualcosa, dunque, ma come? In primis, cogliendo il momento giusto. Le quotazioni di Joao Mario sono in ascesa. Non abbastanza per la conferma al West Ham, ma forse il ricco mercato cinese è in cerca di qualche nome importante per la superlega. O, in alternativa, vi è la Russia. O, perché no, qualche altra squadra di Premier. L’importante è piazzare il calciatore in modo da ricavare il necessario per finanziare in toto o in larga parte il riscatto di Cancelo e Rafinha. Altrimenti Kia ha una seconda possibilità: convincere Bernard, assistito dalla famiglia ma che ha proprio l’iraniano come intermediario, ad accettare le offerte dell’Inter in modo da completare la campagna di rafforzamento a parametro zero che completerebbe una batteria niente male composta anche da De Vrij e Asamoah. Il tutto, senza richiedere ricche commissioni. L’Inter, in questo senso, ha già dato…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy