calcio

Inter di Conte e Inter del Trap: quante similitudini….

I tifosi dell'Inter con qualche capello bianco rivedono nell'Inter di Conte diverse "tracce" di quella del 1988/1989, passata alla storia come la squadra dei record. Al netto dei risultati, le somiglianze sono oggettivamente innegabili.

Redazione Il Posticipo

BAKU, AZERBAIJAN - OCTOBER 08:  Head coach Italy Antonio Conte (R) and Giovanni Trapattoni pose for a photo to Baku Airport on October 8, 2015 in Baku, Azerbaijan.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
BAKU, AZERBAIJAN - OCTOBER 08:  Head coach Italy Antonio Conte (R) and Giovanni Trapattoni pose for a photo to Baku Airport on October 8, 2015 in Baku, Azerbaijan.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Un derby vinto come primo spartiacque della stagione dopo le difficoltà in Coppa. Poi la fuga in campionato trascinati da una coppia gol fenomenale.  Ai tifosi dell'Inter con qualche capello bianco non saranno sfuggite le analogie con il passato. L'Inter di Conte ha diverse "tracce" in comune con quella del 1988/1989. Del resto nell'imprinting del tecnico leccese c'è anche la mano del Trap che lo ha preteso nella sua Juventus nel 1991.  Sia l'uno che l'altro sono essenzialmente "risultatisti". Le loro squadre raramente incantano, ma si fondano sulla forza del collettivo e del mutuo soccorso in campo. Gruppo granitico, pochi fronzoli e praticità. L'Inter di Trapattoni andava in vantaggio ed era impossibile da riprendere. Quella di Conte viaggia sugli stessi binari. Subisce pochissimi gol, segna con continuità e macina punti.  Premesse e similitudini, dunque, non mancano...

Potresti esserti perso