Inside Mourinho, il ritorno dello psicologo: “Ho chiesto a Dele Alli se fosse lui oppure suo fratello”

Il portoghese è pronto all’esordio in Premier League: in vista della trasferta col West Ham, José Mourinho ha bisogno di tutti i suoi uomini migliori a cominciare da Dele Alli che negli ultimi mesi è sembrato in calo. Ma lo Special One sa come farlo ripartire…

di Redazione Il Posticipo

Mauricio Pochettino è il passato, il presente e il futuro si chiamano José Mourinho.  Oggi comincia ufficialmente una nuova era in casa Tottenham: gli Spurs sfidano il West Ham dopo la sosta per le nazionali e lo fanno con lo Special One in panchina. Anche per Dele Alli comincia una nuova vita? I tifosi ci sperano, visto il rendimento recente del giocatore negli ultimi tempi: il calo dell’inglese è stato evidente e non è sfuggito a Mourinho. Il nuovo manager degli Spurs è già al lavoro per ritrovare l’attaccante che ha fatto tante cose buone nelle ultime stagioni.

“SEI TU O SUO FRATELLO?” – Dele Alli è cresciuto nelle giovanili del Milton Keynes Dons, squadra di terza divisione, e si è trasferito al Tottenham dal 2015: da allora ad oggi la sua crescita è stata costante, salvo il calo dell’ultimo anno costato caro alla sua squadra, finita in pochi mesi dalle stelle della Champions alle stalle di una pessima classifica in Premier. Uno dei grandi compiti di Mourinho sarà aiutare il giocatore a ritrovarsi come sottolinea il Sun. Il portoghese ha rivelato il suo primo dialogo con l’inglese: “Gli ho chiesto se fosse il fratello di Dele o Dele in persona, lui mi ha risposto e ribadito di essere Dele. Gli ho detto ‘ok, allora gioca come Dele'”. Che Mou sia uno psicologo mancato è risaputo. Il portoghese punta forte sull’inglese che dovrebbe partire titolare contro il West Ham.

CIAO POCH – La stella 23enne giocherà il suo primo derby londinese senza il suo maestro Pochettino in panchina. Dele Alli ha salutato l’allenatore con un post strappalacrime sul suo profilo Twitter ufficiale: “Non posso ringraziare abbastanza quest’uomo. Mi ha insegnato tanto e sono grato per tutto ciò che ha fatto per me. Buona fortuna e spero di vederti presto, amico mio”. Certi amori non finiscono, soprattutto quelli che hanno segnato la tua “adolescenza” in questo caso sportiva. Adesso però c’è Mou che sogna di abbracciare presto il vero Dele Alli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy