calcio

Insalata russa: lo spagnolo, il brasiliano e il padrone di casa

Alla fine, la Russia non ce la fa. Ma quella con la Croazia è stata una partita folle con un finale affascinante. Merito (e demerito) di protagonisti che hanno scritto, rigorosamente in cirillico, l'ultima pagina della storia dell'avventura russa...

Redazione Il Posticipo

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)
(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Alla fine, la Russia non ce la fa. E dire che, a differenza della partita con la Spagna, ci prova un po' di più. E, in onore al mondiale più pazzo del nuovo millennio, sogna, cade nel baratro, si riprende e alla fine si arrende. Una...insalata russa di emozioni, che nessuno dei padroni di casa potrà dimenticare. Il sapore finale però è un po' amaro, nonostante una vera e propria impresa calcistica. Partendo dalla posizione numero 70 del ranking, anche vincere una partita nel girone poteva sembrare proibitivo. Alla fine, però, si è giunti ai quarti sfiorando le semifinali. Merito (e demerito) di protagonisti che hanno scritto, rigorosamente in cirillico, l'ultima pagina della storia dell'avventura russa al mondiale casalingo.

Potresti esserti perso