calcio

Inghilterra, scatta il divieto automatico: chi ha invaso il campo la scorsa stagione è già espulso dagli stadi

Inghilterra, scatta il divieto automatico: chi ha invaso il campo la scorsa stagione è già espulso dagli stadi - immagine 1
Giro di vita contro le invasioni di campo in Premier. Secondo quanto riportato dalla BBC, chi si è reso protagonista delle invasioni di campo durante le partite di Premier League e English Football League della scorsa stagione sarà raggiunto da...

Redazione Il Posticipo

Giro di vita contro le invasioni di campo in Premier. Secondo quanto riportato dalla BBC, chi si è reso protagonista delle invasioni di campo durante le partite di Premier League e English Football League della scorsa stagione sarà raggiunto da un divieto automatico di accesso allo stadio in base a nuove misure per contrastare il comportamento dei fan. Nelle ultime settimane della scorsa stagione, il portiere dell'Aston Villa Robin Olsen è stato aggredito durante la sfida con il City mentre un tifoso del Nottingham Forest è andato in carcere dopo aver dato una testata al capitano dello Sheffield United Billy Sharp alla fine della partita di spareggio.

STRETTA

Dalla stagione 2002/2023, con valore retroattivo, invadere il campo è considerato un reato. E i trasgressori della legge saranno puniti con un daspo. La stretta è legata, secondo quanto riportato oltremanica, a una forte preoccupazione legata alla sicurezza di chi si trova in campo dopo una serie di invasioni che hanno caratterizzato la fine della scorsa stagione. In virtù dell'accaduto, tutti gli indentificati sono stati banditi dallo stadio. E stessa sorte è destinata a chi trasporterà o utilizzerà fumogeni o qualsiasi cosa produca effetti pirotecnici.

Inghilterra, scatta il divieto automatico: chi ha invaso il campo la scorsa stagione è già espulso dagli stadi - immagine 1

COLLABORAZIONE

La lega ha richiesto anche collaborazione ai club nel migliorare le ricerche di individui che provocheranno disturbo all'ordine pubblico. E sta lavorando con le piattaforme di social media per rimuovere rapidamente i video di comportamento illegale generati dai fan. "L'aumento del comportamento antisociale che abbiamo visto negli stadi alla fine della scorsa stagione è stato del tutto inaccettabile e ha messo a rischio la sicurezza delle persone", ha affermato l'amministratore delegato della FA Mark Bullingham. "Insieme, il calcio inglese ha introdotto nuove misure e sanzioni più forti, per l'inizio della prossima stagione, per lanciare un chiaro messaggio che non tollereremo questo tipo di comportamento illegale e pericoloso. È responsabilità di tutti nel gioco, inclusi organi di governo, club, giocatori, allenatori e tifosi, garantire che tutti noi facciamo la nostra parte nella protezione del nostro gioco e degli altri".