Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inghilterra, Premier e TV in rivolta: no alle interviste a bordo campo

LONDON, ENGLAND - SEPTEMBER 26: A general view outside the stadium as the Tottenham Hotspur team coach arrives at the stadium prior to the Premier League match between Arsenal and Tottenham Hotspur at Emirates Stadium on September 26, 2021 in London, England. (Photo by Julian Finney/Getty Images)

Dopo il derby del North London Espirito Santo è rimasto alla mercé dei tifosi. Quanto basta per spingere i club e le emittenti di Premier a rivedere il format .

Redazione Il Posticipo

Caos in Inghilterra dopo quanto accaduto nel post gara di Arsenal - Tottenham, quando Espirito Santo è rimasto alla mercé dei tifosi. Quanto basta per spingere i club e le emittenti di Premier a rivedere il format susseguente al fischio finale.

PROTESTA - Come riportato dal Sun, club ed emittenti di Premier League hanno chiesto un intervento da parte dei responsabili della competizione, in modo che siano immediatamente eliminate le interviste a caldo nel post partita perché con la presenza dei tifosi c'è la possibilità che un calciatore o un allenatore sia insultato in diretta. In occasione di Arsenal - Tottenham, le TV sono state costrette a interrompere l'intervista con il tecnico degli spurs poiché i tifosi, rimasti a festeggiare la vittoria sugli spalti, lo hanno preso di mira predicendone l'immediato licenziamento. Il manager è andato negli spogliatoi e ha poi completato la propria intervista dopo che i fan dell'Arsenal avevano lasciato lo stadio.

RISCHIO - Le interviste all'aperto rappresentano un’eredità del Covid, quando, nel tentativo di contenere la diffusione della pandemia, il protocollo prevedeva che le interviste fossero condotte all'esterno. Un format che ha funzionato perfettamente sino a che non vi erano tifosi. Lo scenario però è cambiato. Con il ritorno a una certa normalità, anche gli spalti sono tornati a riempirsi: il che è un bene per lo spettacolo, ma anche un rischio per giocatori, allenatori e televisioni, che non possono restare a bordo campo in condizioni totalmente serene.

 LONDON, ENGLAND - AUGUST 15: Nuno Espirito Santo, Manager of Tottenham Hotspur celebrates their side's first goal scored by Heung-Min Son of Tottenham Hotspur (not pictured) during the Premier League match between Tottenham Hotspur and Manchester City at Tottenham Hotspur Stadium on August 15, 2021 in London, England. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

SOLUZIONE - La soluzione è già stata proposta. L'allestimento delle aree interviste può tornare nel tunnel che conduce agli spogliatoi. Anche perché il caso di Espirito Santo, sebbene sia il più clamoroso, non è rimasto isolato. Alcuni colleghi del portoghese, come Guardiola, si sono rifiutati di fermarsi a bordo campo e rilasciare interviste proprio per evitare un contatto troppo ravvicinato con i tifosi. La proposta, come riportata dal tabloid, sembra essere già stata accettata. Le emittenti potranno condurre le loro interviste nel tunnel sin dal primo weekend in cui la Premier tornerà in campo.