Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inghilterra, possibili premi ai club con più alta percentuale di calciatori vaccinati

LONDON, ENGLAND - AUGUST 29: Fans in the south stand under the big screen during the Premier League match between Tottenham Hotspur  and  Watford at Tottenham Hotspur Stadium on August 29, 2021 in London, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

La Premier vuole però sensibilizzare la sua "popolazione" al vaccino. 

Redazione Il Posticipo

Il mondo sta cercando di tornare alla normalità, lasciandosi alle spalle l'incubo della pandemia. In ambito calcistico il riorno dei tifosi è una parziale ripresa degli spazi deputati all'intrattenimento sportivo e alla socialità, ma resta l'incognita legata ai contagi. In questo senso il vaccino resta una scelta legata alla sfera personale. La Premier, come riportato dalla BBC, vuole però sensibilizzare la sua "popolazione" al vaccino.

 MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United celebrates after scoring their side's second goal during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

 

PREMIO - Come riportato oltremanica, la dirigenza del calcio inglese sta valutando l'ipotesi di premiare i club che abbiamo un tasso di vaccinazione importante. La quota non è specificata ma la scelta deriva dalla preoccupazione legata ai numeri.Allo status quo, sette squadre sono sopra la soglia del 50%. E nell'ultima settimana Kanté è risultato positivo e non potrà giocare in Champions contro al Juventus e sino a quando non sarà negativizzato.

PERCORSO  - La Premier League ha dunque varato un piano. "Stiamo valutando se e come possiamo se sia possibile e come introdurre premi  o incentivi verso i club che hanno mostrato maggiore conformità alle norme anti - Covid. Attualmente tredici squadre sono sotto la soglia del 50% quindi appare evidente che abbiamo ancora molta strada da fare. È sempre chiaro che in occasione di eventi su larga scala che la vaccinazione completa sarà il criterio chiave per il governo e le autorità sanitarie, in termini di viaggi internazionali e potenziale certificazione Covid".

PROTOCOLLI - Modifiche che potrebbero essere introdotte in corsa e non solo  in relazione all'affluenza del pubblico allo stadio ma anche caso per caso. In questo momento la situazione è considerata sotto controllo, ma i protocolli restano sempre suscettibili a possibili variazioni in relazione alla curva di contagi o di vaccini. In questo senso la Premier specifica che ci potrebbe essere un ulteriore allentamento alle misure previste nel protocollo in relazione ai casi più virtuosi. In alte parole, se i tassi di vaccinazione tra i giocatori aumenteranno sarà più facile gestire il campionato.