calcio

Inghilterra-Nigeria, pioggia di fischi per Dele Alli, il “principe traditore”

 (Photo by Nathan Stirk/Getty Images)

Per l'amichevole di lusso tra Inghilterra e Nigeria a Wembley, gli ospiti erano tanti e si sono fatti sentire. Fischiando fino all'inverosimile Dele Alli per motivi...familiari!

Redazione Il Posticipo

L'atmosfera londinese prima di Inghilterra-Nigeria, con entrambe le squadre pronte a giocarsi le proprie chances ai mondiali, è stata assolutamente elettrica. Basterebbe pensare alle file chilometriche (e non è un'iperbole) per acquistare una delle preziosissime nuove maglie delle Super Aquile in uno dei Nike store della capitale inglese. Del resto, la comunità nigeriana nel Regno Unito è molto ampia e perfettamente integrata, ma mantiene comunque uno spirito nazionale molto forte. E lo ha dimostrato affollando le tribune di Wembley per l'amichevole di lusso contro...i propri colleghi nel Commonwealth. I nigeriani erano molti e si sono fatti sentire. Fischiando fino all'inverosimile Dele Alli.

PRINCIPE NIGERIANO - Cosa ha fatto il calciatore del Tottenham per meritare un trattamento del genere? Di solito, viene subissato di fischi dalle tifoserie rivali per la sua nomea di tuffatore, ma stavolta giocava la nazionale, quindi qualsiasi eventuale fallo accentuato non sarebbe stato applaudito, ma poco ci manca. E infatti a fischiare erano i nigeriani e non certo per motivi calcistici. Cioè, sì, ma non troppo. È una questione...di passaporto. Già, perchè il calciatore inglese, in teoria, avrebbe potuto anche giocare dall'altra parte se avesse scelto la nazionalità di suo padre. Che è nigeriano e neanche uno qualsiasi, bensì un influente capo-tribù. Quindi, in pura teoria, Dele Alli è una specie di...principe nigeriano, che un giorno, in un futuro non troppo lontano, potrebbe anche diventare il leader degli Yoruba, come confermato da suo padre qualche tempo fa in un'intervista sul Daily Star.

FISCHI PER LUI - Ma per motivi calcistici, Alli ha scelto l'Inghilterra, abbandonando per sempre di indossare la (gettonatissima) maglia della Nigeria. E per questo motivo il...principe traditore è stato riempito di fischi per tutta la prima parte della partita tra le Aquile e i Leoni. Partita che, per la cronaca, è finita 2-1 e ha visto l'Inghilterra partire molto bene e segnare due reti con Cahill e Kane prima della fine del primo tempo, salvo poi subire a inizio ripresa la rete dei nigeriani con l'altro...emigrato Iwobi, calciatore dell'Arsenal. Il match di Dele Alli è invece terminato al minuto 82, quando il calciatore del Tottenham è stato sostituito da Delph. Chissà come ci sarà rimasto il buon Bamidele (il suo vero nome). Riuscire a farsi fischiare a Wembley anche quando si gioca con la nazionale deve essere un nuovo e poco invidiabile record.