Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inghilterra, niente coming-out per il misterioso calciatore omosessuale: “Pensavo di essere più forte, ma…”

In Inghilterra il caso di @FootballerGay ha fatto parecchio scalpore. Si tratta di un utente di Twitter che sostiene di essere un calciatore di Championship, intenzionato a rendere pubblica la sua identità e la sua omosessualità. Ma prima della...

Redazione Il Posticipo

Quello dell'omosessualità nel calcio è un argomento particolarmente spinoso. Di tanto in tanto, alcuni calciatori dicono la loro al riguardo, ma difficilmente si assiste a dei veri e propri coming-out, specialmente durante la carriera. Ecco perchè in Inghilterra il caso di @FootballerGay ha fatto parecchio scalpore. Si tratta di un utente di Twitter che sostiene di essere un calciatore di Championship, intenzionato a rendere pubblica la sua identità e la sua omosessualità. E negli scorsi giorni era arrivata anche la data dell'annuncio: nella giornata di mercoledì, il giocatore avrebbe convocato una conferenza stampa in cui raccontare a tutti la sua storia.

"NON È UNA BUFALA" - Alla fine però, come riporta il Guardian, non ci sarà nessuna conferenza e non c'è più neanche l'account Twitter. Cancellato, come spesso accade, non prima di un paio di tweet per spiegare ai suoi oltre cinquantamila follower le motivazioni di questa scelta. "Pensavo di essere più forte, ma mi sbagliavo. Insultatemi, prendetemi in giro, ridicolizzatemi pure, perchè so che molti lo faranno e non posso evitarlo. Ma non sono abbastanza forte per farcela. Ricordatevi che anche io ho dei sentimenti. Senza fare coming-out non posso convincere nessuno del contrario, ma questa non è una bufala. Non potrei mai fare una cosa del genere".

LA STORIA - La storia del misterioso utente ha appassionato molti colleghi ed ex calciatori, tra cui anche Gary Lineker, che hanno espresso tutta la loro solidarietà al riguardo. L'account ha raccontato per filo e per segno le peripezie del giocatore, che secondo le sue indicazioni è sotto contratto con una squadra di Championship e ha meno di ventitré anni, e il suo cammino verso il grande annuncio. Prima spiegarlo alla famiglia, poi al tecnico della sua squadra e al presidente. E infine convocare una conferenza stampa per un coming-out pubblico. Ora l'ultima parte, quella che avrebbe dovuto confermare questa storia, non ci sarà. Il che in Inghilterra lascia dubbi sulla veridicità della questione. E rende ancora più complicato il dibattito sull'omosessualità nel calcio...