Inghilterra nel caos: Southgate è stato garantista, ma Maguire è colpevole…

Harry Maguire è stato condannato. Gareth Southgate aveva spiegato la sua decisione prima della sentenza la decisione di convocarlo. Adesso però la situazione si complica.

di Redazione Il Posticipo

Le convocazioni per l’Inghilterra sono arrivate. C’è stata qualche sorpresa per la convocazione di Kalvin Phillips, neopromosso col Leeds al posto di Jack Grealish reduce da una grande stagione col West Ham. Ma le polemiche non riguardano solo le esclusioni ma anche la presenza del difensore del Manchester United Harry Maguire. I

GARANTISMO – Southgate, come riportato dal Sun,  aveva scelto la strada del garantismo. Innocente sino a che non fosse stato dichiarato colpevole. “Non è chiaramente una decisione semplice. Ho parlato con Harry Maguire, conosco la sua versione che non coincide con ciò che è stato riportato. E in questi casi si possono prendere soltanto decisioni basati sui fatti di cui sei consapevole“.

VERSIONE – Il tecnico inglese motivava la sua decisione sulla versione dei fatti raccontata da Maguire: “Ora, se i fatti o le informazioni dovessero cambiare, dovrò rivedere la mia decisione ma ho un rapporto fantastico col ragazzo. Harry è fantastico ed è sempre stato eccezionale con noi“. Oltre all’innocenza fino a prova contraria, Southgate ha sottolineato come il suo rapporto franco e sincero con il proprio giocatore: “Non ho nessuna ragione per dubitare di ciò che mi ha raccontato. Ho un rapporto fantastico con lui ed è importante che sappia che ha tutto il mio supporto in questo momento“.

FIDUCIA –  La fiducia è stata sconfessata dal verdetto. Maguire è stato condannato. Resta da capire, a questo punto, se Soutghate farà marcia indietro considerando le sue dichiarazioni, la pena inflitta al centrale dello United e le accuse che la accompagnano: rissa, resistenza a pubblico ufficiale e ripetuti tentativi di corruzione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy