Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inghilterra, Maguire mette in crisi Southgate in vista delle convocazioni

SAMARA, RUSSIA - JULY 07:  Harry Maguire of England celebrates with Harry Kane after scoring his team's first goal during the 2018 FIFA World Cup Russia Quarter Final match between Sweden and England at Samara Arena on July 7, 2018 in Samara, Russia.  (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

Quanto accaduto in Grecia non si esaurirà nel pagamento di una cauzione per il centrale dello United.

Redazione Il Posticipo

Quanto accaduto in Grecia non si esaurirà nel pagamento di una cauzione per Maguire. Southgate è in oggettiva difficoltà. Di solito, il capitano dello United è un elemento chiave per la nazionale inglese. Questa volta invece, come riportato da Sky Sports, non sarà tutto così scontato in vista della doppia sfida Nations League che vedrà i Tre Leoni contro l'Islanda e la Danimarca rispettivamente il 5 e l'8 settembre.

CONFRONTO - In vista delle prossime convocazioni, Southgate considererà attentamente la posizione del centrale difensivo del Manchester United. Il comportamento ha messo il commissario tecnico in una situazione piuttosto complicata. La fase successiva del processo è in programma proprio nello stesso giorno in cui Southgate dovrà redigere la lista dei convocati. Ed è ovvio che quanto accaduto in Grecia oltre ad essere piuttosto imbarazzante per il calciatore, rende difficile la scelta del CT che creerebbe un precedente. Senza girarci troppo intorno la questione è morale: evidentemente se Maguire sarà convocato dopo un arresto sarà difficile poi gestire qualsiasi caso legato alla indisciplina.

CODICE  - Alla luce di quanto accaduto e della ricostruzione dei fatti è possibile che la posizione del CT esattamente come quella dello United, al netto dell'imbarazzo per quanto accaduto nell'isola greca, possa essere di severa tolleranza. Sembra sia stato lo stesso difensore dello United a contattare sia il club che Southgate per fornire la sua spiegazione dei fatti.  L'Inghilterra, come molte altre nazionali, ha un codice di comportamento legato alle convocazioni in nazionale. Sino al 2016, le "istruzioni" erano molto più lunghe del classico decalogo. Ben 33, e tutti rigorosissimi, i commi legati a ciò che era "da fare" e "da non fare". Però Southgate sembra aver abbandonato il... protocollo per considerare le situazioni caso per caso.