Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inghilterra, il partito laburista attacca Mansour

AL AIN, UNITED ARAB EMIRATES - MAY 15:  Manchester City owner Sheikh Mansour bin Zayed Al Nahyan are pictured  during the friendly match between Al Ain and Manchester City at Hazza bin Zayed Stadium on May 15, 2014 in Al Ain, United Arab Emirates.  (Photo by Francois Nel/Getty Images)

Il leader degli Emirati Arabi Uniti ha incontrato Bassar al-Asaad, presidente della Siria. E l'opposizione a Downing Street non approva.

Redazione Il Posticipo

Il conflitto tra Russia e Ucraina continua ad avere conseguenze in Premier League, e l'ultimo capitolo, come riportato da AS, ha visto protagonista il proprietario del Manchester City Mansour.

SIRIA  - Secondo quanto riportato oltre i Pirenei, il governo del Regno Unito ha parlato di un incontro a cui hanno partecipato il proprietario del Manchester City e il presidente siriano Bashar-al-Assad nonché alleato di Vladimir Putin. Un incontro che è stato condannato dal partito laburista che accusa Mansour di non contribuire alla pace sino a sollevare il dubbio legato all'opportunità che lo sceicco possa essere ancora proprietario di una squadra di Premier League.

CONTROVERSA - La figura di Assad è controversa. La maggior parte della comunità internazionale gli ha voltato le spalle per aver appoggiato il leader russo Vladimir Putin, universalmente condannato per la sua invasione dell'Ucraina. Gli Emirati Arabi Uniti di cui Mansour è vice primo ministro avevano sostenuto i tentativi di rovesciare il regime di Assad. Tuttavia l'incontro fra i due suggerisce che le relazioni tra i due stati potrebbero migliorare. Il deputato Chris Bryant ha posto un interrogativo. "Mansour contribuisce alla pace?  Gli Stati Uniti avevano già segnalato la visita del presidente siriano, accusato di "orribili atrocità. C'è stato un massacro barbaro e prolungato in Siria, co-diretto da Assad, e ora Putin sta conducendo la stessa guerra di aggressione contro l'Ucraina. E ora ci sono persone che vogliono incontrarle?".

AL AIN, UNITED ARAB EMIRATES - MAY 15:  Manchester City owner Sheikh Mansour bin Zayed Al Nahyan are pictured  during the friendly match between Al Ain and Manchester City at Hazza bin Zayed Stadium on May 15, 2014 in Al Ain, United Arab Emirates.  (Photo by Francois Nel/Getty Images)

SOSTEGNO - Il City non ha mai fatto mancare, per la cronaca, il loro appoggio alla causa ucraina, avendo anche in rosa Oleksandr Zinchenko.  Pep Guardiola e la squadra del City a Manchester hanno dato il loro pieno sostegno al difensore  in un momento estremamente sconvolgente per l'ucraino e la sua famiglia. Tuttavia la condanna della Russia da parte degli Emirati Arabi Uniti è stata tutt'altro che immediata, con il Paese che si è astenuto al primo voto delle Nazioni Unite.