Inghilterra, il coronavirus crea problemi anche alla prossima stagione: chi giocherà le coppe…non vuole disputare la League Cup

La pausa forzata imposta al calcio dal coronavirus avrà conseguenze anche sulla stagione che verrà. Togliendo una manciata di settimane a un calendario già fittissimo, ci saranno problemi. E quindi le big della Premier potrebbero aver trovato la soluzione: l’anno prossimo, per sicurezza…non giocheranno la League Cup.

di Redazione Il Posticipo

La pausa forzata imposta al calcio dal coronavirus ha avuto diverse conseguenze su questa stagione, ma pare proprio che gli effetti della pandemia siano destinati anche a continuare in quella che verrà. Del resto, i tre mesi di stop a tutti i campionati non permetteranno ai calciatori di avere chissà quante vacanze, soprattutto per chi dopo la fine dei tornei nazionali dovrà anche giocare le coppe europee. E poi…si dovrà ripartire, con qualche settimana di ritardo sul calendario rispetto ai soliti avvii, perchè per le date in cui normalmente i campionati cominciano, quest’anno alcuni dovranno ancora finire.

TROPPI IMPEGNI – Un bel rebus per il calcio inglese, che è quello con il maggior numero di partite in calendario, 38 di Premier League, più FA Cup (ed eventuali replay, che però forse nella prossima stagione verranno del tutto eliminati) e League Cup. A cui alcune squadre devono aggiungere le coppe. Il Liverpool in questa stagione ha pagato lo scotto dei troppi impegni, finendo per schierare i giovanissimi in un match di League Cup, considerando che i titolari di Klopp erano impegnati…dall’altra parte del mondo per il Mondiale per Club. Dunque, togliendo anche una manciata di settimane a un calendario già fittissimo, ovvio che ci saranno altri problemi. E quindi, come riporta il Times, le big della Premier potrebbero aver trovato la soluzione: l’anno prossimo, per sicurezza…non giocheranno la League Cup.

MALE MINORE – Del resto si parla del torneo meno importante di quelli domestici, sia per storia che per entrate economiche. E dovendo sacrificare qualcosa, il male minore è questo. Le squadre impegnate nelle coppe europee eviteranno direttamente di iscriversi alla competizione. Un bel problema però per la Football League, che si vedrebbe privata dei club più importanti. Di conseguenza, gli organizzatori stanno già pensando, se l’idea dovesse essere portata a compimento, di chiedere un risarcimento economico alle squadre che decideranno di disertare. Anche perchè la EFL teme che poi diventi…un’abitudine per chi gioca Champions ed Europa League (senza dimenticare che ci sarà anche la Conference League tra qualche anno) non disputare la seconda coppa inglese. Dunque, patti chiari, amicizia lunga…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy