Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inghilterra fischiata, Neville si interroga su Southgate: “Non capisco perché rinunciare a Foden”

Inghilterra fischiata, Neville si interroga su Southgate: “Non capisco perché rinunciare a Foden” - immagine 1
L'Inghilterra si avvicina alla qualificazione agli ottavi fra i fischi.

Redazione Il Posticipo

L'Inghilterra si avvicina alla qualificazione agli ottavi fra i fischi. Non riesce, ancora una volta, a vincere contro gli Stati Uniti ai Mondiali (due pareggi e una sconfitta negli scontri diretti con la nazionale a stelle e strisce) ed esce fra i mugugni e l'amarezza dei tifosi dei Tre Leoni presenti sugli spalti dell'Al Bayt. In tanti hanno espresso il proprio disappunto per una esibizione non esattamente indimenticabile. Il dodicesimo pareggio della nazionale inglese nella storia del mondiale è comunque un risultato ampiamente onesto. Sarebbe stato complicato spiegare una sconfitta, come imbarazzante festeggiare una vittoria. Gary Neville, in questo senso, ha le idee chiare. E si interroga su Southgate.

DUBBI

—  

L'ex calciatore dello United ha parlato su skysports. "Ho un enorme rispetto per Gareth Southgate. Ha ottenuto molto più di qualsiasi altro allenatore dai tempi di Sir Alf Ramsey, ma non riesco proprio a spiegarmi alcune scelte. Gente come Foden e Alexander Arnold non sono entrati in campo. E mi piacerebbe sapere se nazionali come Spagna, Brasile e Francia rinuncerebbero volentieri a elementi del genere, in special modo se la partita è bloccata e serve un pizzico di creatività. Penso che Southgate sappia molto meglio di me che un torneo del genere non offre dei letti ricoperti di rose lungo il cammino. Probabilmente, e me lo auguro, ha ragionato in prospettiva, altrimenti sarà necessario porsi qualche altra domanda".

Inghilterra fischiata, Neville si interroga su Southgate: “Non capisco perché rinunciare a Foden”- immagine 2

NON VA

—  

Neville si è quindi soffermato sulle scelte del commissario tecnico: "La tifoseria è legittimamente amareggiata perché vuole vedere un altro tipo di Inghilterra. La porta inviolata e un Maguire che torna a svettare in area allontanando diversi palloni rappresentano le uniche note positive di una serata deludente. A volte il centrocampo non gira. In altre, la squadre sembra stanca. Spesso invece non ci sono collegamenti fra reparti e mancano movimenti senza palla. L'organizzazione degli Stati Uniti era di gran lunga superiore, specialmente a centrocampo. Ripeto, non capisco perché si debba rinunciare a un talento come Foden. Non farlo entrare in campo è una scelta perlomeno discutibile".