Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Inghilterra, è febbre mondiale: un lavoratore su tre può…rischiare il licenziamento per vedere la nazionale!

Inghilterra, è febbre mondiale: un lavoratore su tre può…rischiare il licenziamento per vedere la nazionale! - immagine 1
Il match tra Inghilterra e Iran si giocherà di lunedì, quando nel Regno Unito sarà l'una di pomeriggio. Un sondaggio rivela che un inglese su tre potrebbe darsi malato il giorno della partita, un problema per i datori di lavoro ma anche un...

Redazione Il Posticipo

In Inghilterra comincia a salire la febbre mondiale. Dopo il quarto posto in Russia nel 2018 e la finale degli Europei, persa in casa nel 2021 contro l'Italia di Roberto Mancini, i tifosi dei Tre Leoni non vedono l'ora che cominci la Coppa del Mondo in Qatar. Tutti sono pronti a cantare Three Lions (Football's coming home) e Sweet Caroline, magari accompagnando la partita con qualche pinta di birra, ma devono fare i conti con un problema non indifferente: gli orari dei match. A partire da quello della prima giornata del gruppo B contro l'Iran: la partita si giocherà quando nel Regno Unito sarà l'una di pomeriggio. E considerando che si scende in campo di lunedì, molti...dovranno lavorare.

Uno su tre pronto a darsi malato

—  

Anzi, dovrebbero, perchè come racconta il Sun un sondaggio rivela che un inglese su tre potrebbe darsi malato il giorno della partita. Un bel problema per le aziende e in generale per i datori di lavoro, a cui è stato consigliato di organizzare pause pranzo più lunghe o orari flessibili con smart working quando scende in campo la nazionale di Southgate, per evitare una vera e propria...epidemia di certificati medici. Ma mettersi in malattia è anche un rischio per il lavoratore, come ha spiegato un esperto di norme del lavoro ricordando il caso di Nina Farooqi, licenziato dopo che era stata immortalata a Wembley nel 2021 a festeggiare la vittoria nella semifinale contro la Danimarca quando in teoria doveva essere a casa malata...

Si rischia il licenziamento

—  

"Incoraggiamo i datori di lavoro a organizzare orari flessibili, ma se questo non sarà possibile i lavoratori dovrebbero considerare l'idea di prendere un giorno di ferie, piuttosto che darsi malati. Se il datore di lavoro pensa che il lavoratore abbia finto di stare male può investigare la cosa e prendere azioni disciplinari. Se un lavoratore mente o esagera un infortunio o una malattia per non dover lavorare quando in realtà sta bene, si configura la cattiva condotta lavorativa, che in alcune circostanze può giustificare il licenziamento da parte del datore di lavoro". Dunque, un inglese su tre potrebbe addirittura rischiare il licenziamento pur di vedere la nazionale. E a questo punto, Southgate e i suoi sono ulteriormente costretti a fare bene!