Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

“Inghilterra campione, il calcio è finalmente a casa”: l’azienda che ha in magazzino 18mila maglie…inutili!

“Inghilterra campione, il calcio è finalmente a casa”: l’azienda che ha in magazzino 18mila maglie…inutili! - immagine 1
Nell'aprile 2021 un'azienda inglese aveva puntato sulla Superlega, producendo 70mila magliette che sono state totalmente inutili. Ma non ha imparato dai suoi errori e anche stavolta ha puntato sul cavallo sbagliato: l'Inghilterra in Qatar!

Francesco Cavallini

Nell'aprile 2021, in pieno tsunami Superlega, dall'Inghilterra era rimbalzata una notizia che sembrava assurda. Qualcuno, oltre i club, ha voluto puntare tutto sul nuovo campionato per l'élite del calcio europeo: la catena inglese di negozi di abbigliamento sportivo Wholesale Clearance UK, che aveva creato 70mila magliette con su scritto "New Era" da mettere in vendita a 30 sterline, sperando di sfruttare subito l'effetto novità. Peccato che poi tutte le società di Sua Maestà legate al progetto si siano sfilate su pressione dei tifosi. E quindi l'azienda si era ritrovata i magazzini strapieni di materiale totalmente inutile, al punto che le maglie in questione erano erano state vendute ad appena 2 sterline. Ma la catena non ha imparato dai suoi errori.

"Il calcio è finalmente a casa"

—  

E come spiega Sportbible, anche stavolta ha puntato sul cavallo sbagliato, ovvero l'Inghilterra. Ci sono di nuovo decine di migliaia di magliette, in questo caso 18mila, che rimarranno invendute. Cosa c'era scritto? "Inghilterra Campione del Mondo 2022. Il calcio è finalmente a casa". Non esattamente il massimo della scaramanzia e infatti ci hanno pensato la Francia e il rigore sbagliato da Kane a far sì che l'affare sia andato immediatamente in perdita. Già, perchè l'obiettivo era di nuovo vendere le maglie a 30 sterline e, in un deja-vu dello scorso anno, probabile che ora il materiale finirà sugli scaffali delle svendite. Al momento le magliette sono disponibili per 10 sterline, ma chi le vorrà spendere per ricordare l'ennesima delusione per i Tre Leoni?

18mila magliette invendute

—  

L'amministratore delegato di Wholesale Clearance, Karl Baxter, ha spiegato la genesi di questo nuovo sfortunato progetto. "Sono assolutamente distrutto dal fatto che l'Inghilterra sia stata eliminata dalla Coppa del Mondo. Le performance della squadra in Qatar mi avevano davvero impressionato ed ero convinto che avrebbero vinto il torneo. E quando un fornitore mi ha chiesto se avrei venduto le magliette non potevo semplicemente dire di no. Ma ora ho 18mila magliette che dicono che l'Inghilterra è campione del mondo e non so cosa farci. Volevo che i tifosi le comprassero come ricordo di un momento storico. Ma anche se non abbiamo vinto, per me i calciatori sono comunque vincitori". Ma questo non aiuterà di certo a vendere le maglie...