Infantino furioso: la FIFA obbligherà CR7 e Messi ad assistere alle prossime edizioni del The Best

Infantino furioso: la FIFA obbligherà CR7 e Messi ad assistere alle prossime edizioni del The Best

Infantino è arrabbiato per l’assenza del portoghese e dell’argentino a Londra e la considera un vero e proprio boicottaggio alla Federazione internazionale.

di Redazione Il Posticipo

Mai fare arrabbiare il grande capo. E da quanto riportano dalla Spagna, Gianni Infantino sarebbe davvero furioso. Le assenze di Cristiano Ronaldo e Leo Messi al gala di premiazione del The Best avrebbero davvero lasciato il segno. AS parla di un presidente della FIFA che considera un vero e proprio boicottaggio la mancata partecipazione delle due stelle del calcio mondiale alla serata organizzata dalla Federazione internazionale. Al punto da aver dato mandato agli avvocati della FIFA di redigere un vero e proprio contratto da far firmare a chi nelle prossime stagioni sarà finalista per uno dei premi assegnati al The Best o inserito nella top 11.

PRESENZA OBBLIGATORIA – Chi entra nella shortlist dei candidati, deve presentarsi, punto. E fa niente se stavolta entrambi parevano avere ottime motivazioni. Cristiano (ma anche il suo allenatore Allegri) aveva una partita da giocare nel giro di 48 ore, mentre Messi ha avvisato per tempo, parlando di una problematica personale. Certamente nulla a che vedere con il fatto che il portoghese era pressochè certo che non avrebbe vinto il premio come miglior calciatore e che l’argentino, per la prima volta nell’ultimo decennio, non era neanche tra i finalisti… Dunque, palla ai legali. E dalla prossima edizione del premio, chi non si presenta paga. Nel vero senso della parola.

PRECEDENTI – Un’altra rottura, l’ennesima, tra i vertici FIFA e i grandi campioni. Sempre colpa dei premi, come ricorda AS. Nel 2013 fu Blatter ad andare in contrasto con Cristiano Ronaldo. Colpa di un commento dell’allora presidente, che aveva rivelato di preferire Messi e di non apprezzare CR7 per la sua aria “da comandante”. Peccato che l’edizione di quell’anno del premio FIFA, che all’epoca era…fuso assieme al Pallone d’Oro, sia andata proprio al portoghese, che ha minacciato la sua assenza alla premiazione finchè non ha ricevuto le scuse, pubbliche e private, dello svizzero. Solo a quel punto Ronaldo ha confermato che avrebbe ricevuto volentieri il trofeo. E proprio per evitare altri problemi simili, Infantino si premunisce. Basterà? Chissà…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy