calcio

Indifferenza e fischi: ormai il Real Madrid gioca sempre…fuori casa

L'indifferenza dei tifosi del Real Madrid sta complicando ulteriormente la stagione del Blancos. Al Bernabeu, attualmente, il Real gioca sempre fuori casa, costretto a subire i fischi dei propri tifosi.

Redazione Il Posticipo

Per i tifosi, il passato conta poca. Specie per quelli del Real Madrid, che, da sempre, ed in particolare negli ultimi anni, sono abituati a vedere alzare trofei in continuazione. La squadra più importante d'Europa, quest'anno, sta vivendo una stagione di assestamento dovuto all'addio di Zidane e, in maniera maggiore, di Cristiano Ronaldo. Poco importa, però, ai tifosi, che hanno preso una posizione ben chiara.

FISCHI - Se la squadra non gira, il tifoso si lamenta. Alla fine dei conti, il riassunto è sempre lo stesso. Per il Real Madrid, giocare al Bernabeu o fuori casa, in questo momento, cambia poco. Non solo per i risultati, ma anche per l'apporto del pubblico, oramai in contrasto con alcuni giocatori. Nei momenti negativi, i tifosi non possono che attaccare i giocatori più rappresentativi. Ecco quindi, come riporta Mundo Deportivo, i fischi per Sergio Ramos, il capitano, e Bale, la stella che avrebbe dovuto non far sentire la mancanza di Ronaldo. Una reazione che non aiuta nessuno, e che serve solamente ad aumentare le difficoltà della squadra, che attualmente si trova fuori dalla zona Champions League.

INDIFFERENZA - Dopo i fischi, arriva l'indifferenza. I tifosi Blancos sembrano adesso lontani dal voler aiutare la squadra. La faccenda Isco, oramai al centro dell'attenzione per le scelte di Scolari che lo vedono sempre in panchina, non ha toccato minimamente i tifosi, quasi rassegnati ad una stagione che al momento è parecchio lontana dagli standard della Casa Blanca. Stessa sorte anche agli altri calciatori, che durante il riscaldamento, annunciati dallo speaker, non hanno smosso minimamente la voci dei tifosi. Del resto, come ha suggerito Marcelino, tecnico del Valencia ospite al Bernabeu, in realtà con l’arrivo di Solari non sembra cambiato molto. In realtà i risultati sono migliorati, ma lo scetticismo dell’ambiente continua. E quando lo stadio dei Blancos vuole ferire, la sua silenziosa disapprovazione di solito è pressoché irrevocabile.