Incredibile ma vero, in Egitto una squadra acquista un calciatore…di 75 anni!

Incredibile ma vero, in Egitto una squadra acquista un calciatore…di 75 anni!

Se in Giappone Kazu Miura firma l’ennesimo contratto della sua carriera a 52 anni, c’è chi prova a rubargli i riflettori. Come spiega la federazione egiziana sui suoi profili social, il 6 Ottobre, squadra di terza divisione, ha acquistato un calciatore…di 75 anni.

di Redazione Il Posticipo

Quando ci si sente davvero bene con se stessi, l’età non è altro che un numero, anche nel calcio. Molti esempi di longevità sportiva, dal trentaquattrenne Ronaldo che sembra un ragazzino all’eterno Buffon, dimostrano che la carta di identità conta fino ad un certo punto. E se in Giappone Kazu Miura fa di tutto per continuare a essere sportivamente immortale, firmando l’ennesimo contratto della sua carriera a 52 anni, c’è chi prova a rubargli i riflettori. Riuscendoci benissimo, considerato che potrebbe battere ogni record. Come spiega la federazione egiziana sui suoi profili social, il 6 Ottobre, squadra di terza divisione, ha acquistato un calciatore…di 75 anni.

RECORD – Il…giovanotto si chiama Ezz El-Din Bahader e se dovesse scendere in campo con la sua nuova squadra finirebbe dritto dritto nel Guinness dei Primati, battendo di due anni il record precedente. Nell’aprile 2019 infatti l’israeliano  Isaak Hayik è salito agli onori delle cronache dopo aver giocato una partita di quarta divisione alla veneranda età di 73 primavere. Ma la squadra egiziana punta a riscrivere i libri di storia, come spiega abbastanza candidamente lo stesso comunicato della federazione: “Il calciatore si sta preparando a entrare nella Guinness World Encyclopaedia dei record, mentre comincia a prendere parte alle attività del club”.

INCERTEZZA – Come spiega Goal, il resto è abbastanza incerto, a partire dai dettagli del contratto per continuare con la carriera precedente di Ezz El-Din Bahader. Dunque, potrebbe trattarsi solamente della pensata di un club (e di una federazione) alla ricerca di un po’ di visibilità. Ma un record è un record e se per poco in Italia il comico Gene Gnocchi non diventava il più vecchio calciatore di sempre a giocare in Serie A, se il settantacinquenne dovesse scendere effettivamente in campo sarebbe comunque un primato da registrare. Sempre ammesso che poi non scatti la caccia all’emulazione e che non si facciano “giocare” calciatori sempre più anziani…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy