Incredibile ma vero, il Cadice annuncia l’acquisto di…Francisco Franco: “Ditemi che gioca all’estrema destra, vi prego”

Quando in estate il Cadice ha chiesto ai tifosi di rinominare il Ramon de Carranza con un nome non associabile alla dittatura, qualcuno scherzando aveva fatto il nome del Caudillo. Quello che forse nessuno immaginava è che qualche settimana dopo sarebbe davvero sbarcato a Cadice…Francisco Franco.

di Redazione Il Posticipo

La prima stagione del Cadice in Primera Division dopo anni di purgatorio sta regalando dei momenti davvero particolari. A inizio campionato è arrivato subito un problema imprevisto, la necessità di cambiare il nome allo stadio. Per la legge della memoria storica, il nome del politico di era franchista Ramon de Carranza può essere rimosso, così come avvenuto per molte altre cose dedicate a protagonisti del periodo della dittatura. Ma al momento di partecipare al referendum lanciato dal club, i tifosi hanno tirato fuori parecchio senso dell’umorismo, proponendo di chiamare l’impianto direttamente…Francisco Franco oppure Santiago Abascal, come il segretario del partito di estrema destra VOX.

FRANCISCO FRANCO – Quello che forse nessuno immaginava è che qualche settimana dopo sarebbe davvero sbarcato…Francisco Franco a Cadice. No, nessun corto circuito temporale, ma solo una scelta onomastica abbastanza particolare da parte dei genitori di un giovane calciatore, Francisco Javier Franco, che è appena stato acquistato dal club. Il CD San Roque de Lepe ha annunciato sul suo Twitter di aver ceduto al Cadice il calciatore sedicenne, che entra a far parte della cantera del club. Un’operazione di mercato di poco conto, se non fosse per il nome abbastanza pesante che il ragazzo si porta addosso, anche vista la questione del nome dello stadio che non è ancora stata risolta. Impossibile dunque che i tifosi della squadra spagnola non condissero la questione con la stessa ironia utilizzata al momento di dover decidere a chi intitolare il Ramon de Carranza.

COMMENTI – E il fatto che il ragazzino si chiami quasi esattamente come il Caudillo aiuta non poco. “Ditemi che gioca all’estrema destra, vi prego”, commenta un tifoso sotto l’annuncio dell’acquisto del calciatore. “Che fa, entra al minuto 39?”, si chiede qualcun altro, con riferimento all’anno di inizio della dittatura. Qualcuno poi ci va un po’ troppo pesante con le battute, sperando in una fucilazione del sindaco o spiegando che Franco di certo sarà un cecchino dagli undici metri. Ma per il resto l’atmosfera è scanzonata. Certo, chissà se il giovanissimo calciatore arriverà mai a giocare in Liga. Sentire annunciare il nome di “Francisco Franco” in stadi come il Camp Nou o il San Mames…potrebbe avere parecchi effetti collaterali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy